BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa Terzo Ciclo 2016 nuovo: incontri e tutte le ultime indicazioni Miur, Ministero Istruzioni, Governo Renzi

I requisiti necessari per accedere al prossimo Tfa, prove da sostenere e ancora atteso il bando ufficiale: quando arriverà




Potrebbero rivelarsi giorni interessanti i prossimi per capire quando e se davvero arriverà nel mese di aprile il bando ufficiale per il terzo ciclo del Tfa. Ad oggi, infatti, non è arrivata alcuna novità in merito, tranne quella che ribadisce la conferma da parte del Miur che il prossimo Tfa si farà e che si terrà in primavera. Ma mancano le date certe. Nessuna certezza e nessuna risposta poi per la richiesta di assunzione diretta degli abilitati del Tfa presentata dal Pd. Una interrogazione del senatore Scalia ha chiesto, infatti, che possano essere stabilizzati i precari abilitati Tfa senza necessità di partecipazione al prossimo concorso della scuola, richiesta cui ha risposto in modo fortemente polemico il M5S.

Secondo l'onorevole Chimienti, infatti, il senatore ha presentato questa interrogazione in vista delle prossime elezioni, per cercare di riconquistare nuovi voti, ricordando che è stato proprio lo stesso Scalia qualche tempo fa ad approvare un provvedimento che obbligava gli abilitati Tfa a partecipare ai concorsi della scuola per le assunzioni a tempo indeterminato.

Passando ai requisiti per accedere al Tfa bisogna essere in possesso di uno dei seguenti titoli: una laurea vecchio ordinamento riconosciuta dal d.m. 39/98 e degli esami necessari all’insegnamento; una laurea specialistica/magistrale riconosciuta dal d.m. 22/2005 e dei crediti necessari all’insegnamento; diploma Isef valido per l’insegnamento per il Tfa di Scienze Motorie; titoli di studio non rientranti in quelli previsti dal d.m. 39/98 e 22/2005 ma ad essi equipollenti.

Inoltre, possono parteciparvi i congelati Siss in soprannumero e senza dover sostenere alcuna prova di accesso e i docenti di ruolo o già in possesso di abilitazione per una classe di concorso diversa da quella che intendono conseguire. Per poter accedere al prossimo Tfa i candidati dovranno superare una prova preselettiva attraverso un test a risposta multipla uguale per ogni ateneo che si supera con un punteggio minimo di 21/30; una seconda prova scritta predisposta da ogni singola Università che si supera con un punteggio di 21/30; una prova orale predisposta anch’essa dalla singola Università con un punteggio minimo di 15/20. Al termine delle prove verrà stilata una graduatoria.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il