BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa 2016 Terzo Ciclo, Valutazione Premi docenti, Concorso Scuola, Mobilità: indicazioni Miur, Governo Renzi, Ministeri e novità

Le ultime notizie sulle questioni della scuola per cui si attendono ancora risposte ufficiali: prime novità e cosa si aspetta ancora




E’ caos per la decisione su come erogare i premi ai doceti più meritevoli e scattano nuovi incontri chiesti dai sindacati al Miur. Potrebbero arrivare nei prossimi giorni nuove notizie sulla data ufficiale di pubblicazione del bando per l’accesso al terzo ciclo del Tfa, mentre il 23 aprile dovrebbe svolgersi la prima prova scritta del nuovo concorso della scuola. Ulteriori informazioni sono state poi fornite sui punteggi per le domande di mobilità della scuola.

Valutazione Premi Docenti: E’ caos sull’assegnazione dei premi ai docenti più meritevoli: in queste ultime settimane era stato chiarito che si sarebbe trattato di soldi da erogare ai docenti che, dopo attenta valutazione da parte di un apposito comitato, avessero dimostrato, sulla base di determinati criteri, di essere ‘migliori’ di altri colleghi. Ad oggi, però, i sindacati della scuola chiedono incontri urgenti con il Miur per chiedere chiarimenti in merito. Si attende, intanto, la circolare che chiarirà le modalità da seguire per la distribuzione di premi ai professori più meritevoli e che, soprattutto, renderà ufficiale il divieto di erogare a pioggia i bonus ma di distribuirli solo in base alla meritocrazia individuale.

Tfa terzo ciclo: Potrebbero arrivare nei prossimi giorni nuove notizie sulla data ufficiale di pubblicazione del bando per l’accesso al terzo ciclo del Tfa, di cui ancora non si dice nulla in realtà, esattamente come nessuna risposta è arrivata all’interrogazione presentata dal senatore del Pd Scalia per l’assunzione diretta degli abilitati del Tfa senza che debbano necessariamente sostenere il concorso della scuola. Ma secondo Chimienti del M5S la richiesta di Scalia rappresenta solo una mossa elettorale per recuperare nuovi voti in vista delle prossime elezioni, considerando che proprio Scalia qualche tempo fa, ha ricordato Chiamenti, ha approvato un provvedimento proprio per obbligare gli abilitati Tfa a partecipare ai concorsi della scuola per le assunzioni nella scuola a tempo indeterminato. Si sanno, intanto, le prove che dovranno essere sostenute dagli aspiranti docenti e che sono: una prima prova preselettiva attraverso un test a risposta multipla uguale per ogni ateneo che si supera con un punteggio minimo di 21/30; una seconda prova scritta che sarà messa a punto da ogni singola Università e richiede un punteggio di 21/30 per essere superata; una terza prova orale predisposta anch’essa dalla singola Università con un punteggio minimo di 15/20.

Mobilità: Nelle domande di mobilità per la scuola saranno considerati i punteggi: innanzitutto il Miur già tempo fa ha chiarito che il punteggio doppio per gli anni svolti sul sostegno vale solo per chi si trasferisce da una normale cattedra ad una di sostegno o per chi è già sul sostegno e chiede il trasferimento sempre sul sostegno, mentre chi chiede il trasferimento da posto normale a posto normale non avrà il punteggio raddoppiato; le ultime notizie riguardano, invece, il bonus di 10 punti. Secondo quanto si legge nella tabella di valutazione vera e propria questo bonus vale per coloro che, per un triennio, a decorrere dalle operazioni di mobilità per l’a.s. 2000/2001 e fino all’a.s. 2007/2008, non abbiano presentato domanda di trasferimento provinciale o passaggio provinciale o, pur avendo presentato domanda, l’abbiano revocata nei termini previsti’. Ciò significa che i dieci punti in più si possono ottenere solo se nel triennio compreso tra gli anni 2000-2001 e 2007-2008 non è stata presentata alcuna altra domanda di mobilità.

Concorso Scuola: Scadono domani, mercoledì 30 marzo, alle 14 i termini per la presentazione della domanda di partecipazione al prossimo concorsone della scuola 2016. Ricordiamo per chi ancora volesse inoltrare la propria candidatura, che basta accedere al servizio Istanze Online sul sito del Miur per trovare indicazioni e procedura telematica da seguire per l’invio della domanda. La prima prova scritta dovrebbe svolgersi il 23 aprile ma si attendono conferme, intanto, in base a quanto previsto dal bando sull'aggregazione territoriale per le classi di concorso per cui sono stati banditi pochi posti, i docenti che concorreranno per tali classi di concorso dovranno sostenere le prove presso la regione dell'Usr dove sono disponibili i posti e che si occuperà del concorso.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il