BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie bonus fiscale cresce di importanza dopo ultimi dati Istituto Previdenza su valore pensioni

Nuova proposta di bonus fiscale ai pensionati al posto di novità pensioni che sarebbero più vantaggiose: le nuove mosse dell’esecutivo




Ci si avvicina alle prossime elezioni e, nonostante la confusione interna alla maggioranza, si punta alla vittoria. Le ultime notizie non sembrano certamente positive per la tenuta dell’esecutivo al momento, considerando gli squilibri creatisi e gli scontri all’interno del partito stesso, eppure si lavora in un’ottica di recupero di consensi e fiducia da parte degli elettori. E si stanno susseguendo in queste settimane annunci di misure che sembrano effettivamente conquistare i cittadini, perché potrebbero influire realmente sulla vita quotidiana di tutti, dall’annuncio del piano di taglio delle tasse, alla cancellazione del bollo auto, ai rimborsi avviati per tutti i risparmiatori che hanno perso tutto dopo il fallimento di Banca Etruria, CariFerrara, CariMarche e CariChieti, ad eventuali novità per le pensioni, all’ultima sorpresa di un bonus fiscale per i pensionati che percepiscono assegni minimi.

Si tratta di una novità che avrebbe rilevante importanza anche se sarebbe chiaramente una mossa elettorale e non porterebbe quegli stessi benefici che invece verrebbero garantiti dall’approvazione di piani di uscita prima come quota 100, quota 41, mini pensione o uscita a 62 anni di età, con 35 anni di contributi e penalizzazioni fino ad un massimo dell’8% che, come spiegato più volte, permetterebbero sì di allentare quei vincoli troppo rigidi di uscita dal lavoro, da una parte, ma dall’altra consentirebbero l’ingresso nel mondo occupazionale ai più giovani, rilanciando così possibilità lavorative per tutti.

E questo ricambio generazionale permettere di dare nuovo impulso a produttività e competitività che, come ben comprensibile, contribuiscono al rilancio economico di un Paese. E le penalizzazioni imposte da ogni piano a carico del lavoratore, nel lungo periodo, secondo le stime, dovrebbero permettere di accumulare nuovi risparmi. L’idea del bonus fiscale è arrivata all'indomani degli ultimi allarmanti dati sulla situazione delle pensioni italiane, comunicati dall'Istituto di Previdenza. Questo bonus ricalcherebbe quello degli 80 euro erogato agli statali, da estendere anche ai pensionati e, come detto, potrebbe sembrare una mossa elettorale, considerando che servirebbero risorse economiche di cui l'esecutivo stesso ha detto più volte di non disporre, ma che visti i numeri sulle pensioni comunicate dall'Istituto potrebbe decisamente servire.

Secondo l'Istituto, infatti, l'età di uscita dal lavoro sale ma scendono gli importi degli assegni mensili: in particolare, il 63,4% degli assegni (11,5 milioni) è inferiore a 750 euro e per le donne gli assegni inferiori a 750 euro sono oltre i tre quarti del totale, circa il 77,1%. Per gli uomini, inoltre, oltre un terzo delle pensioni di vecchiaia è di importo compreso fra 1.500 e 3.000 euro. E’ chiaro, dunque, come in mancanza della possibilità di aumentare le pensioni di tutti, come aveva detto il premier qualche settimana fa, si voglia comunque lavorare su questa strada cercando di garantire un miglioramento, seppur minimo, a chi vive in condizioni difficili. Resta, comunque, da capire dove trovare le risorse necessarie anche per l’erogazione di questo bonus.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il