Microsoft Works conterrà pubblicità e sarà gratis

Su Microsoft Works arriva la pubblicità: l'azienda di Redmond sta preparando una nuova versione del prodotto completamente gratuita e in grado di proporre, a detta dei portavoce, pubblicità in modo non invasivo



Preparativi di guerra in casa Microsoft, dove per difendere la propria posizione di egemonia nel campo del software, è necessario trovare nuovi modi di proporsi sul mercato. Uno di questi è l'idea di lanciare una versione di Works preinstallata sui Pc e gratuita, almeno per gli utenti. Il guadagno dove sta? Nella pubblicità, naturalmente. La versione sponsorizzata si chiama Works SE 9 sarà disponibile entro pochi mesi ma vige ancora il segreto sui nomi dei produttori di Pc coinvolti nel progetto.

Si tratta di una sorta di esperimento, in realtà, per capire se la pubblicità può essere la via più vantaggiosa per consumatori e produttori di Pc, ma soprattutto per Microsoft che deve rivaleggiare con alcuni ingombranti nomi dell'internet, come Google: quest'ultima propone da tempo un programma di documenti (Google Docs), gratuito e disponibile nel web competitivo e amato dagli utenti, oltre a una versione a pagamento (40 euro a utente) dedicata alle aziende, Google Apps.

Normalmente Works costa circa 40 dollari nei negozi al dettaglio. Non tutti sono disposti a comprarlo, ed è alquanto diffuso l'uso di copie piratate del programma. Una buona via per una diffusione capillare – parola del ceo di Microsoft Steve Ballmer – è quella che porta ad abbracciare la filosofia del software come servizio. Da qui l'idea di creare Works SE 9 che include in modo non invasivo annunci pubblicitari in grado di aggiornarsi quando si è collegati alla rete e di essere pertinenti all'uso che si sta facendo del software.

Niente spesa, quindi, per il consumatore. Basso anche l'esborso a carico del produttore di Pc che sceglierà di installarlo sulla propria macchina. Nulla però di paragonabile, comunque, a quanto è chiesto per le licenze del classico Office. Ma quanto inciderà sul buon uso del programma la presenza di annunci? Poco, spiega Melissa Stern, manager di Microsoft. Saranno sempre al lato dello schermo e mai troppo grandi.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il