Pesce d'Aprile 2017: scherzi da fare cellulari, Internet e vita reale. Come fare. E quelli più fati oggi sabato 1 Aprile 2017

Fare scherzi per il pesce d'aprile 2017 ad amici, colleghi e parenti è un'arte, come insegna la Rete con i tanti suggerimenti.

Pesce d'Aprile 2017: scherzi da fare


AGGIORNAMENTO: Sono iniziati già alcuni scherzi oggi sabato 1 Aprile, anche se siamo solo a prima mattina e ne vedremo nelle prossime delle belle. Al momento si può segnalare un bel gioco Pacman online che si può giocare direttamente su Google....ma sotto tutti i consigli per fare noi degli scherzi davvero divertenti e simpatici...

 

Attenzione, oggi è la giornata del pesce d'aprile 2017. Vietato prendersela per gli scherzi ricevuti, ma soprattutto è obbligatorio organizzare una burla ad amici, colleghi di lavoro e parenti. E per chi è alla ricerca di idee, Internet è in grado di fornire le giuste dritte. Ce n'è per tutti i gusti e per ogni possibilità, come incollare una trombetta sotto la sedia del collega, ricoprire il corridoio di bicchieri pieni d'acqua, realizzare una torta piena di ragni finti, piazzare uno scarafaggio finto sotto il paralume della lampada del comodino.

Senza dubbio l'applicazione Juasapp è tra quelle più diffuse per chi ama fare un scherzo via cellulare. Basta scegliere la burla, individuare la vittima e in pochi minuti sarà pronta per essere ascoltato, scaricato o condivisa. Nell'app fanno la loro comparsa tre pulsanti. Il primo serve per scaricare la registrazione dello scherzo sul proprio dispositivo. Il secondo si usa per ascoltare lo scherzo registrato. Il terzo è utile per condividere lo scherzo con i proprio amici e familiari attraverso vari mezzi tra cui social network come Facebook, Twitter, via posta elettronica o attraverso il software di messaggistica istantanea WhatsApp.

Una delle forme più gettonate per lasciare il segno in questa prima giornata del mese di aprile è quella della spedizione di un breve messaggio di testo sul cellulare o via WhatsApp contenente una frase scherzosa. I siti di riferimento in grado di suggerire le giuste parole sono tanti e tra quelle più condivise ci sono "Domani Giornata internazionale per la raccolta di rifiuti... fai una cosa utile all'umanità domani fatti trovare vicino al cassonetto!"; "Giuseppe e Maria hanno perso l'asino. Offrono 1000 euro di ricompensa. O offri di più o dico dove sei". Altre idee, fra le tante disponibili sul web, sono raccolte nel sito siti messaggi-online.it.

Aspettando gli scherzi dell'anno in corso, l'anno scorso possiamo segnalare Samsung che lanciato un teaser, una immagine con una luce splendente azzurrina che forma il logo di un presunto Samsung Galaxy S8 e poi un simpatico pantalone high tech. Per quanto rifguarda i pesci di Aprile di Google dell'anno scorso a il nuovo cellualre Nexus 2016, chiamato Nexus Space con una recensione da 5 navicelle spaziali perchè scritta da Alex Scott direttamente dal futuro, dal 2029 per l'esattezza e una nuova tastiera per criver su Google Maps.

A proposito di scherzi, chi ricorda le trovate di Google degli anni scorsi? Si va dall'annuncio della imminente chiusura della piattaforma di condivisione video YouTube alla Mappa del tesoro del Capitano Kidd integrata in Google Maps, dal lancio di Google Nose, il servizio in grado di riconoscere e riprodurre odori e profumi al restyling del servizio di posta elettronica Gmail caratterizzato dalla totale predominanza del colore blu. Ma chi ricorda la bufala del Telegraph Travel che aveva raccontano del progetto di riconversione della Torre di Pisa in hotel di lusso, con prezzi da 20.000 euro a notte? E l'annuncio del Guardian sull'adesione dell'ex presentatore di Top Gear Jeremy Clarkston alla campagna per la lotta al cambiamento climatico e alla riduzione di capitali per i combustibili fossili?

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il