BusinessOnline - Il portale per i decision maker








I deputati e i senatori dell'UDC si sottopongono al test anti-droga. Tutti negativi

Il partito centrista rende noti i risultati dello screeening effettuato a Montecitorio per evidenziare il consumo di stupefacenti



Sono risultati negativi i test antidroga a cui si sono sottoposti volontariamente i 122 parlamentari, fra deputati e senatori. Test proposto e organizzato ieri dall'Udc davanti alla Camera dei deputati in Piazza Montecitorio con un presidio medico del Centro diagnostico Spa di Roma.
 
 Gli esami tossicologici sono stati eseguiti su parlamentari identificati attraverso tessera parlamentare o documento valido di riconoscimento. Nel dettaglio: 114 screening sulla sola saliva, 5 screening sulle sole urine, 3 screening sia sulla saliva che sulle urine.
 
 Come rilevato dal Centro diagnostico Spa di Roma tutti i test sono risultati negativi al set di sostanze d'abuso, e loro metaboliti, oggetto dello screening di primo livello (anfetamina, cocaina, marijuana, metamfetamina, oppiacei e fenciclidina).
 
 Tutti gli screening di primo livello forniscono quindi dei risultati indicativi, che necessitano di conferme con metodologie più accurate. A tal proposito - informa la nota - lo stesso esame tricologico non è considerato un esame definitivo. Infatti, nonostante i capelli conservino nella loro matrice tracce della droga per un più lungo periodo, la loro validità è inficiata dalla complessità della metodologia d'analisi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il