BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 opposizione potrebbe richiedere sfiducia con inevitabili conseguenze

La solita commistione tra cronaca giudiziaria e cronaca politica potrebbe dare un'accelerata all'introduzione di novità sulle pensioni.




Da una parte c'è la sinistra interna del Partito democratico che chiede una sorta di tagliando sull'attività dell'esecutivo. Dall'altra c'è la mano tesa della Lega al Movimento 5 Stelle a scrivere insieme una mozione di sfiducia all'esecutivo. Nell'uno e nell'altro caso le novità sulle pensioni potrebbe diventare più consistenti rispetto a quanto adesso immaginato. Il premier potrebbe infatti ammorbidire la sua posizione di sostanziale chiusura ai cambiamenti del sistema previdenziale e sedersi attorno a un tavolo per ragionare in maniera più convinta sulle tante opzioni presentate, da quota 100 alle mini pensioni passando per a staffetta generazionale e quota 41 per chi ha iniziato a lavorare in giovane età.

Dall'altra, e non sono certo le ultime notizie a confermarlo, se la mozione di sfiducia dovesse andare a segno, le novità pensioni sarebbero dietro l'angolo. Come spiega Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera, "ora decideremo se presentare la mozione alla Camera o al Senato. Tenete presente che in questo momento il governo è molto debole. Noi vogliamo che questo governo vada a casa in massa. Ci aspettiamo che chi combatte questo governo da dentro il Partito democratico voti la mozione". Ad aver impresso un'accelerazione sono i recenti fatti di cronaca giudiziaria e cronaca politica.

Nell'ambito dell'inchiesta sullo smaltimento dei rifiuti illeciti al centro Eni di Viggiano che ha portato all'arresto di 5 persone, la Procura di Potenza ha iscritto nel registro degli indagati per corruzione e traffico illecito di influenze Gianluca Gemelli, titolare di due società attive nel settore petrolifero e compagno del ministro allo Sviluppo Economico, Federica Guidi. Tra le intercettazioni agli atti, anche la telefonata del 5 novembre 2014 tra il ministro e il compagno. Bocciato il 17 ottobre un emendamento nel decreto Sblocca Italia sul progetto per lo sfruttamento del giacimento petrolifero Tempa Rossa, in fase di realizzazione in Basilicata, la Guidi rassicura Gemelli: "Dovremmo riuscire a mettere dentro al Senato, se è d'accordo anche Maria Elena (Boschi), quell'emendamento che mi hanno fatto uscire quella notte, alle 4 di notte".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il