BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni oggettive novità e indiscutibili per uscire prima, riforma: novità oggi lunedì

Le novità pensioni si fanno attendere eppure, come riferiscono le ultime notizie di oggi domenica 3 aprile, si avverte l'urgenza di intervenire.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20,01): Vi sono delle occupazioni e delle situazioni dove appare chiaro che siano necessarie delle novità per le pensioni per permettere di uscire prima. Il vero problema è di non creare disparitàe privilegi come già successo nel passato. E, dunque, accanto a delle possibilità per tutti universali come quota 41 e quota 100 è giusto rivedere categoria per categoria anche con l'ausilio prospettato da diversi esperti del Ministero della Salute.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:57): Ci sono delle situazione oggettive e che non si possono discutere affatto che rendono necessarie le novità per le pensioni. Situazionie e condizioni che finalmente stanno arrivando sempre più all'attenzione dell'opinione pubblica e dei mass-media principali come confermano le ultime notizie e ultimissime tra cui quetso reportage che abbiamo ripreso eillustreremo poi più ampiamente di Repubblica.

Le novità pensioni si fanno attendere eppure, come riferiscono le ultime notizie di oggi domenica 3 aprile, si avverte l'urgenza di intervenire.

Novità pensioni. Tardano ad arrivare le novità pensioni mentre le norme attuali non fanno che creare casi di disagio sociale. L'aumento dell'età pensionabile sta portando a situazioni problematiche, come quelle dei professori sempre più anziani e vittime di episodi di bullismo o infermieri avanti con l'età e costretti a sopportare faticosi turni di lavoro notturni per non parlare dei poliziotti anziani. E poi c'è tutto il mondo di chi riceve una pensione minima, quella riconosciuta sulla base del calcolo dei contributi versati a patto che non risulti inferiore a un livello fissato dalla legge considerato il minimo vitale. L'importo mensile varia ogni anno: per il 2015 è stato fissato a 502,39 euro, per 6.531,07 euro annui.

L'importo per raggiungere il minimo annuo viene erogato insieme alla tredicesima mensilità. Non mancano le storie di chi ha versato 35 anni di contributi e ora percepisce un assegni pensionistici molto bassi o comunque inferiori alle aspettative, così come quelli di chi aveva il sussidio in deroga ma si trovano a bocca asciutta perché le regioni non hanno soldi per il finanziamento. Il problema è che senza crescita economica le novità pensioni tardano ad arrivare. La Commissione europea ha già rivisto a febbraio leggermente al ribasso le stime di crescita dell'Italia e non fanno ben sperare in ottica cambiamento. Anche l'Ocse a febbraio ha previsto una crescita all'1% nel 2016 per l'Italia, 0,4 punti percentuali in meno rispetto a novembre.

Riforma Tata novità. La multinazionale dell'acciaio Tata sta meditando di abbandonare il suolo britannico. La conseguenza? Innanzitutto la perdita di 40.000 posti di lavoro. Il motivo è naturalmente di carattere economico: la fabbrica di Port Talbot è in forte perdita: circa 1,5 milioni di euro al giorno. Secondo il ministro degli Esteri Philip Hammond se da una parte "a livello mondiale abbiamo troppo acciaio", è anche vero che il prezzo di quello britannico è più alto di quello cinese.

Anniversario Apple novità. Sono 40 gli anni di vita di Apple e i risultati raccolti sia dal punto di vista commerciale e sia da quello dell'impatto nella vita di tutti i giorni sono stati significativi. A colpi di innovazione la società di Cupertino ha prima fatto nascere l'Apple I, adesso un vero e proprio pezzo di collezione fino ad arrivare alle varie versioni di iPhone, iPad e iPod. Nel mezzo si registra anche la quotazione in Borsa e qualche fallimento, come il Project Lisa che portava la firma dello stesso Steve Jobs.

Riforma Saint Laurent novità. Si tratta di un verso scossone nel mondo della moda: il direttore creativo Hedi Slimane lascia Yves Saint Laurent, o meglio, Saint Laurent, considerano che aveva eliminato il nome del fondatore Yves. Si tratta di un abbandono del timone che, sebbene era nell'aria, fa discutere in quanto con lui i ricavi dell'azienda erano raddoppiati.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il