BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni rischio novità negative con DEF quasi certo come l'anno scorso, riforma: novità martedì oggi

Incontro in Vaticano di sabato scorso tra Papa Francesco e Bernard Fellay, Superiore generale e diretto successore di monsignor Marcel Lefebvre.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:07): Vi sono da una parte una serie di pressioni che arrivano dalle ultime notizie e ultimissime affinchè le novità per le pensioni vengano messe per iscritto con metodi, quando e come fare da subito nel DEF da parte dell'Istituto di Previdenza stessa o dal Presidente del Gruppo Ristretto a cui, però, fanno da contraltare risposte che indicano che non è il momento e che sono anch'esse affermazioni ufficiali e autorevoli come vedremo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:05): L'attesa cresce per il DEF ma le prospettive non sono affatto buone al momento per le novità per le pensioni. Se da una parte, infatti, si continua come confermano le ultime notizie e ultimissime a ripetere da parte di diversi esponenenti che dei miglioramenti e delle novità per le pensioni ci saranno nella prossima manovra, arrivano le prime conferme ufficiali che nel DEF non ci sarà nessun riferimento nè alle pensioni come macro tema, nè a ai fondi per dispensarle. Stesso discorso dell'anno scorso, quando non venne preso nessun impegno nonostante le richieste ufficiali e formali trasversali. E sempre l'anno scorso ci fu una sorta di garanzia a voce che qualcosa sarebbe stato fatto, ma poi sappiamo come si è concluso.

A oggi martedì 5 aprile 2016 non sono incoraggianti le prospettive sulle novità pensioni. Ecco i motivi.

Novità pensioni. Inutile girarci troppo attorno: le premesse sulle novità pensioni in questo periodo in cui l'esecutivo è alle prese con le decisioni di spesa da qui ai prossimi anni non è delle migliori. Nonostante i tanti segnali lanciati da parte della politica e dal presidente dell'Istituto nazionale della previdenza sociale, le risposte non sono delle migliori. Lo stesso ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, inizialmente assertore della necessità di introdurre novità sulle pensioni, magari a favore degli over 55 senza lavoro e senza assegno previdenziale, si è un po' raffreddato e in questo momento procede a vista.

Ed ecco allora che in vista della presentazione del Documento di economia e finanza 2016 (l'appuntamento con le Camere è il 10 aprile) le aspettative sono piuttosto basse. Il Def è il principale strumento della programmazione economico finanziaria poiché indica la strategia economica e di finanza pubblica nel medio termine. Ma stando alle stime sulla crescita economica e l'indisponibilità a cambiare le regole sulla previdenza italiana, le novità pensioni non sembrano affatto in agenda. L'impressione è che possa ripetersi lo stesso scenario dello scorso anno, quanto le novità pensioni furono di fatto trascurate e nella manovra di fine anno non si era andato al di là di poche misure correttive.

Riforma passaporto novità. L'obiettivo è di eliminare i passaporti cartacei per renderli digitali e quindi a prova di contraffazione. Il cloud ovvero la nuova digitale condivisa potrebbe essere la piazza scelta. A lavorare su questa ipotesi sono adesso la britannica De La Rue, la tedesca Modi e il governo australiano. Secondo David Jevans, esperto della compagnia di sicurezza Proofpoint, "i passaporti digitali dovrebbero essere allocati su nuove unità hardware del device per memorizzare le informazioni in modo che non possano essere copiate dal telefono. Dovrebbero anche comunicare in wireless con i lettori".

Lefebvriani novità. Sono arrivati segnali positivi dall'incontro in Vaticano di sabato scorso tra Papa Francesco e Bernard Fellay, Superiore generale e diretto successore di monsignor Marcel Lefebvre alla guida della Fraternità San Pio X. La notizia del faccia a faccia è stata riferita in prima battuta dal quotidiano Il Foglio. L'obiettivo finale è il riconoscimento canonico della Fraternità, sulla base di un modello simile a quello dell'Opus Dei ovvero con ampi margini di autonomia. Di fatto non sono stati comunicati ulteriori particolari sull'incontro.

Riforma Orv novità. Buone notizie per l'azienda padovana di filtri e tessuto non tessuto che torna a fare utili e avvia una politica di assunzioni. Dopo tre anni di concordato, la società ha chiuso il 2015 azzerando la posizione debitoria e con 40 milioni di euro di ricavi. Tra i comparti in cui è impegnata ci sono quelli dell'auto (Fiat, Volkswagen, Renault), dell'abbigliamento (Colmar, Moncler, Dolce&Gabbana), dell'arredamento (Poltrona Frau, Cassina), della calzatura (Gore, Geox) della filtrazione (Aermec, Daikin).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il