Nokia esternalizza la produzione dei chip

Nokia rilascia in outsourcing esternalizza la produzione dei chip per i propri modem 3G di ultima generazione



Nokia rilascia in outsourcing esternalizza la produzione dei chip per i propri modem 3G di ultima generazione. L’accordo siglato tra il colosso finlandese dei telefonini, Stmicroelectronics ed altri produttori di hardware minori prevede lo scambio di tecnologia e brevetti per lo sviluppo di nuovi microchip per le telecomunicazioni.

La strategia di Nokia sarà quella di collaborare con i suoi parner nel settore semiconduttori per realizzare soluzioni di chipset integrati”, ha spiegato Niklas Savander, vice presidente esecutivo della società scandinava. “Abbiamo lavorao - ha aggiunto - con Stm per molti anni e la compagnia è perfetta per questa collaborazione estesa”.

La tecnologia sarà fornita in licenza da Nokia a Stm per la produzione di chipset per i suoi telefoni. Stm potrà comunque produrre e vendere i chipset basati sulla tecnologia Nokia anche sul mercato aperto.

“Le tecnologie - ha detto Tommi Uhari, vicepresidente esecutivo di ST Mobile - e le licenze del modem 3G di Nokia - quelle delle connessioni Umts - daranno maggiore impulso alla nostra relazione con Nokia e miglioreranno la nostra competitività”.

Stando all’accordo 200 dipendenti di Stm saranno impegnati in Finlandia a partire dal quarto trimestre di quest’anno nel passaggio di tecnologia.

La novità ha naturalmente spinto entrambi i titoli. Stm a piazza Affari sfiora un rialzo del 6% mentre Nokia porta a casa a Helsinki poco meno del 3,8 per cento.

Ma Stm non è l’unica a beneficiare della nuova scelta strategica di Helsinki: Broadcom realizzerà chip edge per Nokia mentre Infineon continuerà a fornire chip Gsm di seconda generazione, anche se sarà Texas Instruments a restarne il principale fornitore.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il