BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Naspi, Aspi, Asdi, assegno disoccupazione: novità Aprile 2016 indennità disoccupazione. Come fare domanda, requisiti, importi

Tutto quello che c’è da sapere per richiedere Asdi e Naspi contro la disoccupazione: per chi valgono e requisiti necessari




Rispetto alle regole dell’anno scorso, non è cambiato nulla per quanto riguarda i requisiti necessari di accesso alla Naspi, che però quest’anno è stata estesa anche ai lavoratori stagionali, del settore turistico o degli stabilimenti termali per gli eventi di disoccupazione verificatisi entro il 31 dicembre 2015, e a colf e lavoratori domestici ,a domicilio, dipendenti con periodi di lavoro estero, lavoratori caratterizzati da neutralizzazione con contribuzione di interesse molto datata e agricoli. Chi vuole richiedere la Naspi che sostituisce ormai la vecchia Aspi il lavoratore deve dimostrare di essere in reale stato di disoccupazione, aver maturato almeno 13 settimane di contributi negli ultimi 4 anni di lavoro o 18 giornate effettive di lavoro negli ultimi 12 mesi.

La Naspi non vale per coloro che hanno deciso di chiudere consensualmente il rapporto di lavoro in aziende che hanno meno di 15 dipendenti. L’importo della Naspi è pari al 75% dello stipendio mensile se è di 1.195 euro e non può superare i 1.300 euro mensili. La richiesta della Naspi deve essere inviata all’Inps in via telematica che provvederà all’erogazione del beneficio per due anni al massimo. Terminata la Naspi, se il lavoratore non ha ancora trovato un altro lavoro, può chiedere l’Asdi, il nuovo assegno di disoccupazione, da richiedere sempre in via telematica all’Inps, ha una durata di sei mesi.

E' scaduto, però, il 2 aprile il termine di presentazione della domanda Asdi 2016 per chi ha già fruito della Naspi. La scadenza del 2 aprile per la richiesta dell’Asdi 2016 è stata fissata esclusivamente per chi ha già usufruito della Naspi per la sua durata massima entro il 3 marzo 2016. L’Asdi prevede un importo pari al 75% della Naspi e all’importo previsto devono essere sommati eventuali bonus per i figli a carico: in particolare sono previsti, 89,70 euro per un figlio; 116,60 euro per due figli; 140,80 euro per tre figli; 163,30 per quatto o più figli.

L’erogazione dell’Asdi è necessariamente collegata alla sottoscrizione del Patto di servizio personalizzato, che impegna il lavoratore in progetti di ricerca del lavoro o corsi di formazione, volti al reinserimento nel mondo del lavoro. Chi, infatti, non stipula questo Patto percepirà eventuali assegni Asdi e Naspi ridotti, secondo quanto precisato dall'ultima circolare Inps, che ha posto tale condizione come necessaria per fruire del beneficio. Secondo quanto riportato dalla circolare Inps, nel caso di mancata partecipazione a iniziative e laboratori volti alla ricerca attiva di lavoro, il lavoratore potrebbe subire la decurtazione di un quarto di una mensilità, e gradualmente arrivare alla decurtazione di una mensilità, fino alla decadenza dalla prestazione e dallo stato di disoccupazione.

Nel caso di mancata partecipazione a iniziative di carattere formativo o di riqualificazione o altra iniziativa di politica attiva o di attivazione, non si ha più diritto ad una mensilità ma si può arrivare anche alla decadenza del beneficio se si manca più di una volta. Anche nel  caso di mancata accettazione di un’offerta di lavoro il lavoratore disoccupato rischia di perdere la possibilità di percepire il beneficio.

Disoccupati 2016: assegno, indennità, agevolazioni. Debutta il nuovo assegno di disoccupazione nel 2016, vediamo quali sono le caratteristiche, a chi è rivolto e come funziona

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il