BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016: autocertificazione. Chi, come fare, quando. Meglio subito da fare e inviare nonostante nuovi modelli in arrivo

Il pagamento del canone Rai 2016 in bolletta continua a rappresentare un argomento molto spinoso per i contribuenti italiani.




Continua a non trovare pace il canone Rai 2016 in bolletta. Non solo è ufficialmente iniziato il conto alla rovescia per la presentazione del modello per evitare di essere sottoposti al pagamento del caso di mancato possesso del televisore. Ma potrebbero arrivare nuove versioni del documento da compilare per certificare di non rientrare tra i contribuenti soggetti all'imposta per questo 2016. In ogni caso, anche e soprattutto per via delle scadenza imminenti (la prima è già il 30 aprile), il suggerimento è di procedere con le autocertificazioni già messe a disposizione dall'Agenzia delle entrate.

In merito alle tempistiche della dichiarazione sostitutiva di non detenzione, per quest'anno va dunque presentata a mezzo del servizio postale entro il 30 aprile 2016 e in via telematica entro il 10 maggio 2016 per avere effetto per l'intero canone dovuto per il 2016. La dichiarazione sostitutiva presentata via posta dal primo maggio 2016 ed entro il 30 giugno 2016 e in via telematica dall'11 maggio 2016 al 30 giugno 2016 ha effetto per il canone dovuto per il semestre luglio-dicembre 2016. La dichiarazione sostitutiva presentata dal primo luglio 2016 ed entro il 31 gennaio 2017 ha effetto per l'intero canone dovuto per il 2017.

Dal prossimo anno, la dichiarazione sostitutiva di non detenzione per avere effetto a partire dal primo gennaio di un dato anno di riferimento deve essere presentata a partire dal primo luglio dell'anno precedente ed entro il 31 gennaio dell'anno di riferimento stesso. Ad esempio, per avere effetto per l'intero canone dovuto per il 2017, deve essere presentata dal primo luglio 2016 al 31 gennaio 2017. La dichiarazione presentata dal primo febbraio ed entro il 30 giugno di un dato anno di riferimento ha effetto per il canone dovuto per il semestre luglio-dicembre del medesimo anno. Ad esempio, la dichiarazione sostitutiva di non detenzione presentata dal primo febbraio al 30 giugno 2017 ha effetto per il semestre da luglio a dicembre 2017.

Nel caso di attivazione di nuova utenza di fornitura di energia elettrica residenziale da parte di soggetti che non siano già titolari di altra utenza residenziale nell'anno di attivazione, la dichiarazione sostitutiva di non detenzione va presentata entro la fine del mese successivo alla data di attivazione della fornitura per avere effetto a decorrere dalla data di attivazione della fornitura stessa e fino al 31 dicembre del medesimo anno. Per questo 2016, per le nuove utenze attivate nei mesi di gennaio, febbraio e marzo la dichiarazione sostitutiva va presentata via posta entro il 30 aprile e in via telematica entro il 10 maggio per avere effetto a decorrere dalla data di attivazione della fornitura.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il