BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016: autocertificazione, come fare online su sito web Agenzia Entrata differenti intestatari bolletta e seconda casa

Dove trovare il modello da compilare per chiedere esenzione dal pagamento del Canone Rai 2016 e istruzioni per una corretta compilare




Gli anziani di età superiore ai 75 anni che hanno un reddito che non supera i 6.713,98 euro annui, intestatari di più utenze domestiche, diplomatici e militari stranieri, proprietari di seconde case e coloro che non possiedono una tv possono non pagare il Canone Rai. Quest’anno il Canone Rai costerà100 e sarà addebitato, a rate, direttamente in bolletta elettrica. Per chiedere l’esenzione dal versamento del Canone bisogna compilare un modello di autocertificazione che si può trovare semplicemente sul sito dell’Agenzia delle Entrate e che deve essere compilato e rinviato alle stesse Entrate.

Per inviarlo online bisogna trasmetterlo, entro il prossimo 10 maggio, tramite posta certificata, all’indirizzo DP.1TORINO@PCE.AGENZIAENTRATE.IT; per inviarlo invece tramite raccomandata c’è tempo fino al prossimo 30 aprile e l’indirizzo cui mandare la raccomandata è Direzione provinciale I di Torino- Ufficio territoriale- Sportello S.A.T. Corso Bolzano n. 30, 10121, Torino.

Il contribuente che decide di inviare direttamente il modulo di autocertificazione online può farlo sul sito web delle Entrate, http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+Rai/, dove vengono chiariti tutti i casi per cui è possibile richiedere l’esenzione, sono disponibili i diversi modelli da usare, http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+Rai/Modelli+e+istruzioni+canone+Rai/, e si può procedere direttamente all’invio, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dall'Agenzia, o anche tramite Caf e intermediari abilitati.

Per compilare correttamente il modulo bisogna inserire i dati anagrafici dell'intestatario della fornitura elettrica che chiede l'esenzione;  i dati relativi ad eredi che sarebbero tenuti al pagamento del Canone al posto del defunto; quindi compilare i Quadri A o B, il primo relativo alla dichiarazione sostitutiva di non detenzione, e il secondo alla dichiarazione sostitutiva di presenza di altra utenza elettrica per l'addebito. L’autocertificazione deve essere presentata ogni anno e chi dichiara il falso sarà soggetto a sanzioni pesanti, che possono arrivare anche a condanne da 8 mesi a 4 anni di carcere.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il