BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni sistemi e novità per uscire prima con novità riforma pensioni si possono fare solo con tante spese da ordinare, ultime

Al via il processo Vatileaks che vede tra gli imputati dalla magistratura vaticana i giornalisti Gianluigi Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:13): Senza dimenticare, poi, le denunce fatte dallo stesso Istituto di Previdenza dove si diceva che occorre riordinare il sistema delle agevolazioni, con almeno 200 milioni di euro dati per a famiglie benestanti che non ne hanno bisogno per norme sbagliate come riferiva il Presidente dell'ente solo poco tempo fa in alcune ultime notizie e ultimissime. E anche con questi dare nuovo impulso alle novità per le pensioni sarebbe ancora più semplice

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19,27): Dunque, solo sommando questi fondi che provengono da degli illeciti e denunce delle ultime notizie e ultimissime notizie si potrebbero fare le novità per le pensioni anche sulle forbici di costo più alte, ovvero i 12-13 miliardi di euro stimati dai vari Ministeri che sono un pò più alti di quelli delle stime dell'Istituto di Previdenza. Ma come vedremo, poi, sono ulteriori i costi, già suggeriti, dall'autorità su cui andare ad incidere e sempre in quetso ambito, quindi che poi, la loro rinaturale ricollocazione serebbe proprio la previdenza.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:22): Un altro capitolo di spesa che si potrebbe recuperare come è venuto fuori da altre ultime notizie e ultimissime sono quelle delle false pensioni che costano tra i 5-6 miliardi di euro allo Stato all'anno. E anche in questo caso si tratta della punta dell'Iceberg trovato dalla Guardia di Finanza. E anche con queste numerose novità per le pensioni sarebbero realizzabili.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:44): Le spese sanitarie sembrano essere fuori controllo e la punta dell'iceberg già trovata è di circa 6 miliardi di euro. Ma è solo la punta. Basti pensare che per fare alcueni novità per le pensioni il costo stimato sarabbe proprio tra i 6-7 miliardi all'anno come per quota 100 (che poi ad onor del vero potrebbero aumentare a 13 miliardi ma sarebbe l'inizio). E poi vi sono miglioramenti che costano ancora meno come le ricongiunzioni. E come abbiamo detto il problema delle spese della sanità, o per meglio dire delle truffe, sono solo alcune di quelle evidenziate nelle ultime notizie e ultimissime.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:49): E' facile dire che mancano le risorse, ma non passa giorno che nelle ultime notizie e ultimissime vediamo denunciati sprechi e spese facilmente migliorabili che sono una vera e propria vergogna. E sono nche spese direttamente chi più, chi meno direttamente collegate alle pernsioni e che potrebbero agevolare le stesse novità. Si parte da quelle assistenziali-previdenziali per arrivare a quella sanitarie come denunciato oggi dal Commissario Cantone.

Tra le ragioni dell'assenza di novità pensioni c'è il mancato riordino della spesa assistenziale e, sulla base delle ultime notizie di oggi mercoledì 6 aprile 2016, si continua a fare molto poco.

Novità pensioni. Se novità pensioni ci dovranno essere, non c'è dubbio che il primo nodo da sciogliere è quello relativo alla confusione tra spesa per assistenza e spesa per previdenza. A sostenerlo da tempo sono stati i commissario alla revisione della spesa pubblica e più di recente il presidente dell'Istituto nazionale per la previdenza sociale. Ma nonostante gli appelli, i tanti report sulla necessità di fare chiarezza e, soprattutto, la ricerca di nuove risorse per intervenire sulle pensioni, tutto continua a rimanere fermo. A muoversi è solo il disegno di legge delega contenente norme relative al contrasto della povertà, al riordino delle prestazioni e al sistema degli interventi e dei servizi sociali.

Presentato dal ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, i tempi di definizione non sono evidentemente brevi. Di conseguenza a rallentare è l'intera macchina delle novità pensioni. Eppure c'è un'altra ragione per sistema l'annuale impegno economico dello Stato sull'assistenza ed è il sovrapporsi di norme su norme che non rispondono ai bisogni di equità e di efficacia nell'accesso e nell'erogazione delle prestazioni. Insomma, si tratta di una confusione su tutta la linea, rispetto a cui la mancata chiarezza rappresenta un ostacolo da sormontare per introdurre vere novità pensioni.

Riforma servizio civile novità. C'è l'intesa per il progetto cofinanziato di impegno di mille giovani del servizio civile nazionale in esperienze di agricoltura sociale in tutta Italia. L'accordo prevede che possano lavorare in progetti come l'inserimento lavorativo di persone con difficoltà temporanee o permanenti in aziende agricole o cooperative sociali agricole; formazione, soprattutto con forme come la borsa lavoro e il tirocinio, per soggetti a bassa contrattualità, finalizzate anche all'inserimento lavorativo; offerta di attività di co‐terapia, in collaborazione con i servizi socio‐sanitari, offerta di servizi alla popolazione.

Vatileaks novità. Questa mattina è andata in scena l'udienza dei magistrati vaticani nell'ambito del cosiddetto processo Vatileaks. Gli imputati sono monsignor Lucio Vallejo Balda, ex segretario della Prefettura degli Affari economici, Francesca Immacolata Chaouqui, ex membro della Cosea, l'ex collaboratore della Cosea, Nicola Maio, i giornalisti Gianluigi Nuzzi ed Emiliano Fittipaldi. L'accusa è divulgazione di notizie e documenti riservati. Il codice penale vaticano prevede condanne dai 4 agli 8 anni di carcere per il reato contestato.

Riforma Yeerida novità. Già online in versione beta Yeerida, piattaforma gratuita per la lettura in streaming. Fondata a Torino da Federico José Bottino, Fabrizio Vargas Bosco e Jacopo Maria Vassallo, riconosce il 60% del proprio fatturato ai titolari dei diritti commerciali di ciascun testo, editori e autori. Il servizio, promettono gli ideatori, sarà gratuito per sempre e si manterrà con l'inserimento di pubblicità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il