BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imu e Tasi 2016: prima e seconda rata si iniziano a decidere aliquote seconda casa, affitto, terreni Milano, Roma e tutte le città

Quali sono le novità Imu e Tasi 2016 già decise nei Comuni italiani in vista della prima scadenza di pagamento degli acconti




Si torna a parlare di Imu e Tasi, sono tante le novità previste per quest’anno per entrambe le imposte sulle casa ma non cambiano né le date di scadenza di pagamento delle imposte che restano sempre le stesse degli anni scorsi, cioè 16 giugno per la prima rata degli acconti e 16 dicembre per la seconda rata di saldo, né le modalità di pagamento. Si paga anche quest’anno infatti sia con bollettino postale, che dovrà essere appositamente compilato perché non verrà recapitato precompilato direttamente a casa dei cittadini, sia con modello F24.

Al momento, però, quasi tutti i Comuni, da Napoli a Treviso, Milano non hanno deliberato le aliquote Imu e Tasi 2016 definitive e in questi casi bisognerà applicare un'aliquota standard dello 0,5%. Secondo quanto previsto dalla Manovra 2016, considerando le novità che riguardano le imposte quest’anno, le aliquote sia di Imu che di Tasi non potranno essere aumentate per cui eventuali ritocchi potranno riguardare solo diminuzioni.

In caso contrario, dovranno essere lasciate così come sono, cosa che potrebbe essere presumibile, visto che l’anno scorso in molti Comuni entrambe le tasse sono state alzate al massimo. Sono state decise novità Imu e Tasi a Roma, dove il commissario straordinario Francesco Paolo Tronca ha deliberato modifiche per il ravvedimento operoso di Imu e Tasi, introducendo un regime più favorevole per il contribuente nelle procedure di accertamento fiscale.

Le novità riguarda innanzitutto la cancellazione della Tasi sull'abitazione principale, come previsto da legge, e per gli inquilini. Dovrà infatti continuare l’80% di quanto dovuto solo il proprietario dell’immobile, anche locato. Tra le altre novità previste, l’abitazione data in comodato d'uso gratuito ai figli gode di uno sconto del 50% sia di Imu che di Tasi; sconti invece del 75% per gli immobili locati a canone concordato; previsto un regime Tasi agevolato per i cosiddetti Fabbricati merce, già esenti Imu; prevista l’esenzione dal pagamento Imu per le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al richiesto requisito della residenza anagrafica; e l'esenzione Imu per i terreni agricoli.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il