BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016: esenzioni ed esenti, tutte le motivazioni per chi non deve o può non pagare. Regole Agenzia Entrata

Le categorie di persone che sono esenti dal pagamento del Canone Rai 2016: come trovare e compilare modulo di richiesta esenzione




Si paga a partire dal prossimo mese di luglio, con primo addebito nella bolletta di quel mese, il Canone Rai 2016 che costerà in totale 100 euro quest’anno, per poi scendere ancora a 95 euro nel 2017. Il primo addebito in bolletta, solo per quest’anno, costerà 60 o 70, in base al gestore, e poi verranno addebitate elle successive bollette dieci euro fino ala somma totale dei 100 richiesti. Precisiamo che anche quest’anno il Canone Rai si paga esclusivamente sul possesso tv e non pagarlo prevede sanzioni pesanti che arrivano anche fino a 500 euro. Esistono tuttavia categorie di persone che sono esenti dal pagamento del Canone Rai.

Si tratta degli invalidi ricoverati in case di cura o strutture sanitarie; degli anziani che hanno un età superiore ai 75 anni di età che non convivono con altri soggetti diversi dal coniuge titolari di reddito proprio e che hanno un reddito che sommato a quello del proprio coniuge convivente non supera i 6.713,98 euro annui. Esenti anche militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato, agenti diplomatici e consolari e i militari delle Forze Armate Italiane. Il Canone Rai non è dovuto nemmeno sui monitor di videosorveglianza. Non devono pagare il Canone Rai nemmeno i possessori di seconde case. O meglio, in questo caso il Canone è dovuto solo per la prima abitazione e non si paga sulla seconda.

In questo caso, è consigliabile che il proprietario presenti modulo di esenzione considerando che l’addebito in bolletta è automatico in base alla titolarità della fornitura elettrica, per cui chi è intestatario di più bollette farebbe bene a chiedere l’esenzione. Sono esenti dal pagamento del Canone Rai anche coloro che non possiedono una tv. Per chiedere l’esenzione dal Canone Rai bisogna presentare un apposito modulo disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate, http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+Rai/, e cui si può accedere tramite le proprie credenziali delle Entrate. Una volta scaricato e compilato il modulo deve essere ritrasmesso alle Entrate direttamente via web o in formato cartaceo.

E’ bene precisare che sono diversi i termini di scadenza di invio dei modelli a seconda che si decida di inviarlo online, entro il 10 maggio, o tramite raccomandata, entro il 30 aprile. Se si invia tramite posta certificata il modello deve essere inviato all’indirizzo DP.1TORINO@PCE.AGENZIAENTRATE.IT; mentre la raccomandata deve essere inviata a Direzione provinciale I di Torino- Ufficio territoriale- Sportello S.A.T. Corso Bolzano n. 30, 10121, Torino.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il