BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su quota 100, quota 41, mini pensioni da Governo Renzi con nuove accuse e dossier ancora più in difficoltà

Caos interno alla maggioranza e ulteriori problemi dell’esecutivo bloccano ancora realizzazione novità per le pensioni: situazione e prospettive




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18,22):  In un contesto già non facile, la situazione diventa ancora più preoccupante rischiando uno stallo nell'intera opera del Governo Renzi sulle novità per le pensioni e su tutto i temi più importanti dopo che le ultime notizie e ultimissime parlano di nuove possibili accuse a Ministri e a lobby sempre più potenti che cercavano di influenzare l'esecutivo nel suo operato.

Non solo il caso interno alla maggioranza ma anche nuovi dossier contro il ministro Delrio, legami con la mafia, gli ‘affari’ dell’ormai ex ministro Guidi: non sono certo confortanti le ultime notizie provenienti dall’esecutivo sempre più impegnato a risolvere le sue questioni interne, situazione che allontanano da altri impegni che invece dovrebbero essere prioritario per i cittadini, a partire dalle novità per le pensioni. Più infatti premier e squadra dell’esecutivo si immergono per risolvere i caos che stanno venendo fuori, più si perde di vista il vero obiettivo di lavoro, vale a dire mettere a punto nuovi provvedimenti che servano per rilanciare crescita dell’economia e sostenere una vita dignitosa per tutti.

Questa situazione di caos e malcontento da parte degli italiani è stata confermata anche da quanto accaduto ieri a Napoli, dove, in occasione della visita del premier, sono nate vere e proprie manifestazioni, violente, di protesta. E la crisi dell’esecutivo potrebbe diventare ancora più nera in vista delle prossime elezioni amministrative: si stanno infatti perdendo posizioni non solo a Napoli, ma anche a Roma e Milano e questo certamente non giova.

E’ sempre più probabile dunque che per riconquistare consensi ed elettori, il premier inizi davvero a intraprendere quella strada di definizione di sorpresa, che partirebbero dalle novità per le pensioni, per arrivare a ulteriori concessioni di benefici che aprirebbero le porte ad una nuova possibile fiducia da parte dei cittadini. Del resto, come ormai ben si sa, il tema delle pensioni sta particolarmente a cuore agli italiani, senza considerare che forze politiche e sociali spingono da sempre per l’approvazione di novità per le pensioni che modifichino le norme attuali.

Quali sarebbero, dunque, le novità che potrebbero essere proposte? Insieme alle ultime notizie su un eventuale aumento delle pensioni più basse, ci sarebbero quei metodi di uscita prima di cui tanto si parla da mesi, tra quota 100, quota 41, mini pensione, uscita a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazioni, che, in base alle risorse economiche disponibili e che si potrebbero recuperare dalle stesse penalizzazioni imposte da ogni metodo, certamente risponderebbero, se approvati, alle esigenze di cambiamento presentate da tutti. L’obiettivo è infatti quello di rendere meno rigidi i requisiti di uscita dal lavoro per tutti, ma soprattutto per quelle categorie di lavoratori, come chi ha iniziato a lavorare sin da giovanissimo o chi svolge mansioni pesanti, che sono state fortemente penalizzate dalle attuali norme.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il