BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 100, quota 41 aumenta tensione sociale è scontro a Napoli contro politiche attuali

Proteste a Napoli ieri contro il premier, caos esecutivo e conseguenze per novità pensioni in vista delle prossime elezioni: le prospettive




L’arrivo del premier ieri a Napoli ha scatenato un vero e proprio inferno: cittadini per le strade si sono rivoltati in proteste inaspettate, segno, come confermano le ultime notizie, di un malcontento sempre più diffuso nei confronti dell’operato dell’esecutivo. Protestano nel capoluogo partenopeo contro la disoccupazione. Le politiche lavorative messe a punto dall’esecutivo e le pensioni attuali, continuano a chiedere novità proprio per le pensioni ma anche a sostegno dell’occupazione, che nel Sud rappresenta una vera e propria piaga, e inizia a serpeggiare un clima di tensione, acuito dagli scandali della maggioranza e dalla disoccupazione che cresce nonostante le tante promesse positive da parte dell’esecutivo. Tutte parole che, però, non trovano riscontri nella realtà e i cittadini non ci stanno più.

Servono cambiamenti concreti, serve ordine e trasparenza, è come se gli italiani non volessero più piegarsi ai giochi forti della politica, come se iniziassero a chiedere, con le maniere forti, impegni diretti e mirati per loro. Situazione che forse l’esecutivo fa finta di non comprendere anche se gli eventi di ieri potrebbero cambiare l’andamento delle cose, insieme ai rischi che si stanno correndo in vista delle prossime elezioni amministrative, non solo a Napoli, ma anche a Roma e Milano.

Nel giro di qualche settimana, sembra, infatti, che le situazioni si siano ribaltate e quei candidati del Pd che sembravano essere favoriti, ora sembrano invece crollare. Colpa dei giochini di potere di esponenti dell’esecutivo, colpa delle strane alleanze e dei caos all’interno della maggioranza, colpa delle tante promesse e dei tanti annunci fatti mai diventati realtà. E, come ben si sa, ‘le parole se le porta il vento’.

E’ chiaramente arrivato il momento di fare qualcosa di concreto non soltanto per le novità per le pensioni, per cui si auspicano sembra cambiamenti in direzione di piani di quota 100, 41, mini pensione, ma per ogni questione che permetta agli italiani di vivere una vita dignitosa, e non solo perché siamo alle soglie delle elezioni amministrative, ma perché in Italia vi è chiaramente una situazione sociale da rimettere in sesto. Se l’esecutivo non dovesse agire in questo senso correrebbe il rischio di cadere. E si tratta di una situazione negativa che, potremmo dire, può essere confermata anche dalla grandissima partecipazione che si è registrata sabato scorso alle manifestazioni sindacali in piazza contro l’esecutivo su pensioni e lavoro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il