BusinessOnline - Il portale per i decision maker




Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):

Roma distribuisce i Buoni Casa per pagare l'affitto

Buone notizie una volta tanto anche sul fronte immobiliare per le “povere” famiglie italiane che, se residenti nella Capitale, potranno usufruire di sconti sull’affitto dell’appartamento


Buone notizie una volta tanto anche sul fronte immobiliare per le “povere” famiglie italiane che, se residenti nella Capitale, potranno usufruire di sconti sull’affitto dell’appartamento. Forte del successo dell’anno scorso con oltre 21 mila domande e 9.971 assegnazioni effettive, il bando capitolino riapre per la stagione 2008 (v. testo del bando).
29.600 euro l’ammontare complessivo delle risorse stanziate, sempre con trasferimenti da Stato e Regione, con una previsione di circa diecimila buoni erogabili.

Le domande presentate saranno soggette a graduatoria di merito stabilita sulla base di componenti del nucleo familiare, reddito e patrimonio dei richiedenti.

Per i nuclei familiari che includono ultrasessantacinquenni, disabili o persone in analoghe situazioni di debolezza sociale o nel caso di un nucleo utilizzatore monoparentale che sia stato oggetto d’interventi presso Centri Antiviolenza, i limiti di reddito fissati per l’accesso al contributo sono innalzati del 25%; in tal caso, ai fini dell’attribuzione del punteggio relativo al reddito, questo sarà considerato pari a quello limite stabilito per l’accesso al contributo.

I beneficiari dei bonus saranno tutti i nuclei familiari che rispondano ai seguenti requisiti:

residenza nel Comune di e mantenimento del domicilio anagrafico nell’alloggio oggetto del contratto di locazione in ragione del quale il contributo è richiesto, senza soluzione di continuità, dalla decorrenza del relativo contratto di locazione;

non beneficiare di altre provvidenze comunque finalizzate al pagamento del canone di locazione;

titolarità, da parte del nucleo utilizzatore del medesimo alloggio in ragione del quale il contributo è richiesto, di un reddito ISEE complessivo (relativo all’anno 2006) non superiore a due pensioni minime INPS (Euro 10.920,52); in tal caso l’incidenza del canone di locazione - al netto degli oneri accessori - sul reddito, non deve essere inferiore al 14%;

oppure titolarità, da parte del nucleo utilizzatore del medesimo alloggio in ragione del quale il contributo è richiesto, di un reddito ISEE complessivo (relativo all’anno 2006) non superiore a Euro 13.298,00; in tal caso l’incidenza del canone di locazione - al netto degli oneri accessori - sul reddito, non deve essere inferiore al 24%;

non essere assegnatari di immobili di ERP e conduttori di immobili ad uso abitativo di proprietà dell’Amministrazione Comunale, nonché conduttori di alloggi appartenenti alle categorie catastali A1 e A7 - A8 - A9.

Il contributo inoltre dovrà essere richiesto sulla base di un contratto di locazione regolarmente registrato alla data di pubblicazione dell’avviso del bando e il canone d’affitto annuo 2006 dell’alloggio per il quale il contributo viene richiesto, al netto degli oneri accessori, non deve essere superiore a 13.298,00 Euro.

I beneficiari non potranno possedere beni immobiliari in proprietà e/o in usufrutto di valore complessivo di Euro 51.645,69.

La domanda di partecipazione al bando con allegata fotocopia del documento di identità del richiedente, deve essere spedita al Comune di Roma - Ufficio per le Politiche Abitative - Viale dell’Urbanistica, 18 - 00144 Roma entro il 14 ottobre 2007.
Il modulo oltre a trovarsi presso gli Uffici Relazioni con il Pubblico di tutti i Municipi, può essere anche scaricato da Internet, sulle pagine di Roma In Casa. La pubblicazione della graduatoria provvisoria è prevista entro il 31 dicembre, mentre l’assegnazione dei buoni avverrà entro il mese di marzo del 2008.




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
Fonte: http://www.soldiblog.it
pubblicato il 12/08/2007 alle ore 13:26