Cala il numero delle imprese imprese con meno di 20 dipendenti, soprattutto al sud

Andamento stabile per le imprese del commercio e dei servizi nel secondo trimestre 2007, con un +0,1%



Andamento stabile per le imprese del commercio e dei servizi nel secondo trimestre 2007, con un +0,1%. Ma, questo dato vale solo per la grande distribuzione dal momento che le aziende con meno di 20 dipendenti registrano una flessione dell'1,5%.

E' quanto emerge dall'indagine del Centro studi di Unioncamere, che per il terzo trimestre fornisce previsioni positive sulla congiuntura delle Pmi, soprattutto per le aziende commerciali. A livello geografico gli incrementi maggiori si sono avuti nel Nord-Est (+2%) e al Centro (+1%); stazionario il Nord-Ovest (0,2%), mentre in difficolta' restano le imprese del Mezzogiorno (-2,2%).

“Le pmi del mezzogiorno, ed in particolare quelle del commercio – sottolinea Confesercenti - soffrono per numerose ragioni: la crisi di lavoro, la criminalita’, l’assenza di infrastrutture adeguate. E’ necessaria una politica di incentivi, promuovere le aggregazioni delle imprese e progetti mirati per far uscire le pmi dalla marginalita’ economica”.

Per il terzo trimestre 2007, le previsioni sono positive, con un saldo tra attese di incremento e di decremento del giro d'affari di +27 per il commercio e di +12 per i servizi.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il