Internet in azienda: Cisco ne presenta i prossimi sviluppi dopo una ottima triemstrale

Il colosso del networking presenta eccellenti risultati trimestrali (+25 per cento) e ne approfitta per prevedere l'internet del futuro: collaborazione tra le reti e maggiore efficienza aziendale



Si chiude per Cisco Systems il quarto trimestre fiscale. Ottimi i risultati parziali e sorprendente la crescita del 25 per cento rispetto al 2006, che accelera la corsa solitaria dell'azienda di San Josè, che sfiora i 2 miliardi di dollari di entrate nette per il periodo e 9,43 miliardi di dollari di profitti.

Risultati che hanno superato anche le rosee aspettative degli analisti e, per questo, hanno spinto il titolo Cisco in borsa, fino a una crescita del 6 per cento, a oltre 31 dollari per azione, cioè il 70 per cento in più rispetto a un anno fa. Ad annunciare i dati di fine trimestre, è stato il Ceo John Chambers che, durante la conferenza, ha inoltre presentato gli scenari futuri della società e dell'internet in generale.

La richiesta di prodotti e servizi dedicati al business networking è, ora più che mai, elevata: in particolare, Cisco distribuisce apparecchi in grado di gestire la linea e la rete, cioè switch e router, ma si occupa anche di software di gestione di rete, sicurezza informatica, VoIP e archiviazione di dati. Il mercato di riferimento è quindi di tipo aziendale, improntato alla connessione locale e globale di terminali e alla gestione di tali reti.

La crescita di questo settore specifico è così un sintomo di salute e maturità dell'internet: maggiori entrate per Cisco corrispondono a un importante sviluppo nell'economia delle reti e nella crescita ininterrotta di realtà connesse. Lo stesso Chambers associa questi risultati a un imminente periodo di svolta: così come negli anni novanta si è registrato un boom nelle vendite, oltre un decennio più tardi si evidenzia una nuova ondata di ricchezza. Una nuova era per le reti, caratterizzata da una maggiore collaborazione ed efficienza nel dialogo tra sistemi, in grado di ottimizzare i lavori e i progetti; prima di ogni cosa, le videoconferenze e sistemi unificati di comunicazione aziendale. Non solo il web è sociale, ma anche l'internet.

Nonostante la retorica del capo di Cisco, la maggiore richiesta di router è indubbiamente riconducibile a un espansione – sia nel numero che nelle dimensioni – di reti aziendali e a una maggiore richiesta di efficienza di dialogo tra singole reti. L'internet, rete di reti per eccellenza, si basa sul dialogo tra router, apparecchi che mediano la comunicazione tra sistemi circoscritti. Oltre all'infrastruttura tecnologia, Cisco si occupa anche del software per gestire le comunicazioni, sia a livello di router che a livello di singola applicazione.

All'interno dei software anche l'archiviazione dei dati aziendali è un settore in forte crescita: con l'uso intensivo delle reti e delle tecnologie, la necessità di rendere sempre reperibile ogni informazione e, contemporaneamente, di preservarne l'integrità contro attacchi provenienti dall'esterno diventa obbligatoria per ogni azienda, piccola, media o grande che sia. Gestione e sicurezza sono quindi parole chiave per il lato sotware del networking.

Durante la conferenza è stato anche annunciato un passaggio di testimone a capo del ramo finanziario dell'azienda: entro la fine dell'anno Dennis Powell andrà in pensione e lascerà il suo posto all'attuale vicepresidente Frank Calderoni.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il