BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 41, quota 100 se Governo Renzi resiste tutto fra due anni

Procede molto a rilento l'azione sulle novità pensioni e l'impressione è che l'appuntamento con il cambiamento è rinviato a fine legislatura.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:33): Oltre ai tanti dubbi sia di volontà politiche che di possibilità interna ed esterna, le novità per le pensionis si giocano al momento anche sulla tenuta del Governo Renzi dopo le nuove indagini e le precedenti tensioni della minoranza. Ma non solo, anche le prossime elezioni comunali, pur tutti negandolo, potrebbero avere pesanti ripercussioni come la storia ci insegna anche prima di quelle costituzionali.

Non ci sono solo le croniche difficoltà economiche a impedire l'introduzione di novità pensioni. Ma anche le incertezze politiche che rallentano l'attività dell'esecutivo ovvero gli impediscono di giungere a un sintesi delle tante proposte sul tavolo. Non è proprio un caso che il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini, stia rinviando alla fine della legislatura ovvero tra due anni, le novità pensioni in riferimento alle ultime indicazioni. E in effetti sembra proprio quello l'orizzonte temporale da prendere in considerazione.

Qualcosa potrebbe in realtà succedere se si muovono due variabili. La prima è quella europea, rispetto alla quale Bruxelles deve decidere sia sulla concessione del bonus migranti all'Italia, rispetto a cui sono in ballo circa tre miliardi di euro, sia sulla concessione di maggiori margini di flessibilità attraverso l'allentamento dei vincoli del Patto di stabilità. E poi ci sono le elezioni amministrative alle porte. In questo momento i sondaggi non sono favorevoli al Partito democratico ovvero all'esecutivo. Ed ecco allora che il premier potrebbe tirare dal cilindro qualche misura concreta, anche in riferimento alle novità pensioni, per recuperare posizioni.

Tuttavia, in queste condizioni è praticamente impossibile intervenire in tempi stretti con provvedimenti profondi e incisivi per dare un nuovo volto alle novità pensioni in Italia. Almeno per ora sono da escludere soluzioni come l'applicazione di quota 100, intesa come somma di età anagrafica e anni di contribuzione necessari per andare in pensione, le mini pensioni per gli over 55 senza lavoro e senza assegno previdenziale, le soluzioni ibride per compensare le penalizzazioni nel caso di ritiro anticipato con una somma da restituire in piccole rate al ricalcolo degli importi con il sistema contributivo, l'assegno universale se non finanziato da Bruxelles.

Problemi e difficoltà a intervenire sulle novità pensioni sono acuite dalla situazione economica, come dimostrato dal recente andamento dello spread, il differenziale tra due rendimenti. Lo spread più osservato sui mercati è quello tra i Btp decennali italiani e i Bund tedeschi. Dato che la Germania è percepita più solida, i suoi titoli di Stato possono offrire rendimenti più bassi rispetto a quelli italiani per trovare acquirenti. Ecco perché esiste uno spread: perché i Btp hanno rendimenti più elevati dei Bund. Più lo spread sale, più significa che la Germania è percepita sicura e l'Italia meno sicura. Se lo spread scende, invece, significa che il gap di sicurezza si restringe. Lo spread negli ultimi anni è sceso molto, grazie soprattutto alla Banca centrale europea che compra titoli di Stato. Ma ora si sta riallargando: segnale di incertezza che coinvolge a catena anche la possibilità di lavorare sulle novità pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il