BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Canone Rai 2016: autocertificazione seconda casa, proprietari e intestatari bolletta, case diverse, anziani per avere esenzioni

Chi sono gli esenti dal pagamento del Canone Rai, dove trovare modulo di autocertificazione e regole da seguire: le informazioni necessarie




Da quest’anno il Canone Rai 2016 si paga direttamente in bolletta elettrica e non arriveranno più i bollettini precompilati a casa dei contribuenti. Il suo costo sarà di 100 euro che scenderanno a 95 nel 2017. Si paga ancora sul possesso tv e solo sulle utenze domestiche e sulle prime case. I proprietari di seconde case, infatti, pagano solo una volta e in caso di seconde case affittate a pagare il Canone dovranno essere gli inquilini. Non si paga il Canone Rai nemmeno nel caso in cui la fornitura della bolletta elettrica sia intestata ad un componente  del nucleo familiare, per esempio la moglie, diverso dal proprietario dell’immobile.

Esistono diverse categorie di persone che sono esenti dal pagamento del Canone Rai. Stiamo parlando degli invalidi ricoverati in case di cura o strutture sanitarie; anziani che hanno un età superiore ai 75 anni di età e un reddito che, sommato a quello del coniuge, non supera i 6.713,98 euro annui; i militari delle Forze Nato, agenti diplomatici e consolari e i militari delle Forze Armate Italiane, ma anche riparatori e rivenditori tv. Non si paga il Canone Rai nemmeno sui monitor di videosorveglianza e non devono pagare coloro che non possiedono una tv.

Per essere esenti dal pagamento del Canone bisogna compilare un modulo che autocertifichi, appunto, le condizioni di esenzioni e che si può scaricare sul sito dell’Agenzia delle Entrate, http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+Rai/, e sui siti del Ministero dell’Economia e della Rai.

Il modello deve essere compilato e inviato direttamente online sul sito delle Entrate entro il 10 maggio, tramite le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dall’Agenzia, o tramite raccomandata all’indirizzo Agenzia delle Entrate, Ufficio di Torino 1, S.A.T.- Sportello  abbonamenti  tv- Casella  Postale  22, 10121 Torino dal primo maggio entro il 30 aprile. Il modulo comprende il quadro dove devono essere riportati i dati anagrafici dell’intestatario della bolletta elettrica che chiede l’esenzione dal pagamento del Canone Rai; quello relativo ai dati degli eredi; e i due quadri A, per i soggetti che non hanno la tv, e B, per coloro il cui canone Rai viene pagato da un altro membro dello stesso nucleo familiare anagrafico.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il