BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Conti deposito Aprile 2016: offerte migliori, tassi di interessi più alti, condizioni e bollo. Con vincolo o senza vincolo

Come funzionano i conti deposito, tipologie tra cui scegliere e sicurezza garantita: informazioni utili e migliori offerte di questo mese di aprile




Gli italiani continuano ad investire in conti deposito, da sempre strumento considerato privilegiato per chi ha un po’ di liquidità da parte e vuole metterla al sicuro. La domanda che in tanti però si pongono in questo momento è se effettivamente i conti deposito siano ancora davvero così sicuri ed esenti da rischi, visti gli ultimi accadimenti bancari che hanno portato via tutto agli investitori? La risposta è sì: i conti deposito sono investimenti sicuri che non portano alla perdita del capitale investito anche in caso di fallimento della banca, ma solo fino ad una certa somma.

I conti deposito, infatti, sono tutelati dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi che prevede una copertura fino ad un importo massimo di euro 100.000 per ciascun depositante. Fino, dunque, a questa somma non si corre alcun rischio. Ma per evitare di correrne, basterebbe solo, nel caso in cui l’investimento superi tale cifra, investire i propri soldi in due prodotti diversi, in modo da dividere la cifra e non superare i 100mila euro.

La convenienza di investire il proprio denari in conti deposito è data anche dal fatto che si tratta di prodotti che sono riusciti a superare la crisi forse più profonda dell'ultimo periodo di storia finanziaria, il che fa presupporre che in futuro le cose potrebbero solo migliorare. Da considerare, inoltre, che i tassi di interesse garantiti sono decisamente vantaggiosi. Ma come sono strutturati i conti deposito e cosa prevedono?

Innanzitutto è utile dire che i conti deposito si aprono come i tradizionali conti corrente ma non prevedono la possibilità di compiere tutte le stesse operazioni, come prelievi, e occorre spiegare anche che esistono due tipologie di conti deposito, quelli vincolati e quelli non vincolati. I primi prevedono un investimento a termine con vincoli che vanno da 3 mesi in poi, anche fino a 5 anni, e che non prevedono la possibilità di ritirare in anticipo rispetto al tempo di vincolo il proprio denaro. In alcuni casi per svincolarlo e riprenderselo occorre pagare una penale e potrebbero essere sottratti gli interessi. I conti senza vincolo invece prevedono tranquillamente la possibilità di ritirare l'intera somma o parte di essa in ogni momento senza necessità di alcuna penale.

Tra le migliori nuove offerte di conto deposito di questo mese di aprile 2016 spicca quella di Conto deposito di Banca Findomestic, conto deposito senza vincoli che garantisce un tasso d’interesse lordo dell’1,50%, ha l’imposta di bollo gratis per un anno e prevede la liquidazione degli interessi semestrale; segue Conto Deposito Sicuro Linea Rendimento di Banca Marche, proposta interessante di conto vincolato che da mesi offre un tasso lordo del 2,05% per 365 giorni di vincolo, tasso che con l’offerta Premium sale al 2,30%, e che prevede il pagamento dell’imposta di bollo di 60 euro annui.

Segue poi la proposta Conto deposito di Santander Consumer Bank senza vincolo, che garantisce u tasso dell’1,40% lordo annuo, prevede la liquidazione degli interessi trimestrale e il versamento di 20 euro annui per l’imposta di bollo. CheBanca! offre, invece,un tasso promozionale del 2% annuo a tutti i clienti che scelgono di vincolare il proprio denaro per 3 mesi un tasso promozionale del 2% annuo lordo. Fino al 15 aprile questa promozione vale anche per chi non è ancora cliente Che Banca!, mentre per chi è già cliente, il rendimento del 2% viene calcolato sulla nuova liquidità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il