BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016: come funziona autocertificazione online sito web o modello cartaceo. Invio Agenzia Entrate, compilazione quadri

Come e quando si paga il Canone Rai 2016, termine di scadenza rate e invio modulo di esenzione: chi può presentarlo




Si paga direttamente in bolletta elettrica a partire dal mese di luglio, avrà un costo di 100 euro per quest’anno, che diventeranno 95 nel 2017, e deve essere versato solo su prime case e sul possesso della tv: sono diverse le novità che quest’anno interessano il Canone Rai, dalla modalità di pagamento, che non si effettuerà più attraverso bollettino precompilato recapitato direttamente a casa di tutti gli italiani, alle categorie di esenti dal versamento. Sono diverse, infatti, le persone che, presentando un apposito modello di autocertificazione, possono presentare domanda di esenzione dal pagamento del Canone Rai 2016, ovviamente se in possesso di tutti i requisiti richiesti.

Sono esenti dal pagamento del Canone, i militari di cittadinanza straniera delle Forze Nato, agenti diplomatici e consolari e i militari delle Forze Armate Italiane, gli invalidi ricoverati in case di cura o strutture sanitarie, gli anziani che hanno più di 75 anni di età che non convivono con altri soggetti diversi dal coniuge titolari di reddito proprio e il cui reddito non supera i 6.713,98 euro annui, i monitor di videosorveglianza, colo che non possiedono una tv e le seconde case.

Per avere l’esenzione dal pagamento del Canone Rai,è necessario compilare il modulo di esenzione che è disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+Rai/, da scaricare e compilare, attraverso l’inserimento delle proprie credenziali. In particolare, sul sito http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/home/cosadevifare/richiedere/canone+rai, si trovano tutte le istruzioni da seguire per una corretta compilazione dell'autocertificazione per chiedere l'esenzione dal Canone Rai, dalle Informazioni generali, ai casi che possono chiedere tale esonero, alle regole da seguire per una corretta compilazione, all'applicazione di invio web del modulo compilato. Nel modulo devono essere riportati dati anagrafici dell’intestatario della bolletta elettrica che chiede l’esenzione dal pagamento del Canone Rai; i dati degli eredi che pagano il Canone in via transitoria al posto del defunto; e i due quadri A, per i soggetti che non hanno la tv; e B, per i soggetti che devono comunicare che il Canone spetta ad un altro membro dello stesso nucleo familiare anagrafico.

Una volta compilato il modulo deve essere ritrasmesso alle Entrate o online o in formato cartaceo. Nel caso in cui si decida di inviare il modello via web, all’indirizzo DP.1TORINO@PCE.AGENZIAENTRATE.IT, il termine di scadenza di presentazione è fissato per il 10 maggio, se invece si decide di inviare il modello tramite raccomandata, alla Direzione provinciale I di Torino- Ufficio territoriale- Sportello S.A.T. Corso Bolzano n. 30, 10121, Torino, il termine di presentazione è fissato per entro il 30 aprile.

Chi evade il Canone Rai potrebbe incorrere in sanzioni fino a 500 euro e in caso di ulteriore adempimento la riscossione è affidata a Equitalia che potrebbe, addirittura, arrivare a pignorare stipendio o pensione. Non è previsto però alcun pagamento anche Equitalia per importi inferiori a 300 euro. Per quanto riguarda i ritardi nel pagamento sono previste sanzioni amministrative che sono di 4,47 euro per ritardi inferiori ai 30 giorni; di 8,94 euro per ritardi superiori ai trenta giorni; e di 8,94 euro più l'1% di interessi di mora per ogni semestre compiuto in caso di ritardi superiori ai sei mesi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il