BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Canone Rai 2016: autocertificazione obbligatoria. Chi può chiedere esenzioni e come fare con regole spiegate da Agenzia Entrate

La questione del pagamento del canone Rai 2016 in bolletta rischia di creare molta confusione tra i contribuenti.




Questi sono i giorni in cui si cerca di capire chi deve pagare il canone Rai 2016 in bolletta e soprattutto come fare per non versare l'importo di 100 euro o comunque per non pagare doppio. Le regole di base sono note: l'imposta va versata una sola volta, indipendentemente dal numero di case possedute e senza distinzione tra abitazioni in affitto e di proprietà. Condizioni di base per passare alla cassa è il possesso di un televisore che viene dato per assodato nel caso di intestazione di una utenza elettrica. In caso contrario occorre compilare e spedire i moduli che l'Agenzia delle entrate ha messo a disposizione per non pagare il canone Rai.

Come spiegato dalle stesse Entrate, c'è innanzitutto la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un apparecchio TV, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica, in alcuna delle abitazioni in cui il dichiarante è titolare di utenza elettrica. Quindi la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di un ulteriore apparecchio televisivo oltre a quello per il quale è stata precedentemente presentata una denunzia di cessazione dell'abbonamento per suggellamento, da parte di alcun componente della famiglia anagrafica, in alcuna delle abitazioni in cui il dichiarante è titolare di utenza elettrica. Infine, la dichiarazione sostitutiva che il canone non deve essere addebitato in alcuna delle utenze elettriche intestate al dichiarante in quanto il canone è dovuto in relazione all'utenza elettrica intestata a altro componente della stessa famiglia anagrafica.

In ogni caso, la dichiarazione sostitutiva può essere presentata direttamente dal contribuente o dall'erede mediante una specifica applicazione web disponibile sul sito dell'Agenzia delle entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dalle Entrate. In seconda battuta avvalendosi di un intermediario abilitato, come un commercialista. La dichiarazione si considera presentata nella data risultante dalla ricevuta rilasciata in via telematica dall'Agenzia delle entrate.

Si ricorda che oltre agli over 75 anni con basso reddito familiare, non devono pagare il canone Rai 2016 i militari delle Forze Armate Italiane, limitatamente a ospedali militari, case del soldato e sale convegno dei militari; quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato; agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia a condizione che nel Paese siano applicate misure corrispondenti per quelli italiani; imprese che esercitano l'attività di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radio televisiva.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il