BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie su quota 100, mini pensioni, quota 41 due decisioni che la magistratura permette, obbliga di fare

Giustizia e novità pensioni vanno spesso a braccetto, come confermato da alcune importanti sentenza degli ultimi anni.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:44): La seconda decisione che la magistratura ha già imposto e che ci obbligherà di fare per le novità per le pensioni riguarda la decisione che uomini e donne devono avere gli stessi diritti. Lo ha sancito la Corte di Strasburgo chiedendoci di attivarci su due fronti. Alzare di un anno l'età femminile o diminuirne di uno di quella maschile che non sono ancora parificate e tra i metodi per uscire creare un contributivo uomo se quello femminile venissime ulteriormente prorogato (e qualche possibilità c'è soprattutto per i due miliardi stanziati che avanzeranno sicuramente)

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:44): La prima sentenza di cui parliamo sogtto è stato un pò sottovalutata e non è stato al centro delle ultime notizie e ultimissime, ma è invece fondamentale per il rilancio delle novità per le pensioni e tutti i camabiamenti che la maggioranza vuole fare:
La magistratura in una delle ultime sentenze sostiene valida l’applicazione di decurtazioni sulle pensioni più alte, se necessarie per raggiungere quell’equità del sistema previdenziale italiano perseguita favorendo di fatto l'applicazione id nuove norme

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:20): Per riassumere sinteticamente il ruolo dei Magistrati è stato molto importante fin qui per le novità per le pensioni in quanto nelle ultime sentenze come riportano le ultime notizie e ultimissime hanno deciso:

- Pensioni novità sulla possibile revisione dell'assegno che apre di fatto a fondi per quota 100, mini pensioni, quota 41, ricongiunzioni

- Pensioni novità su contributivo donna per sollecitare la maggioranza a dare una risposta

- Pensioni novità singole sentenze come,a d esempio, dei casi quota 96 che hanno dato ragione ai lavoratori.

Il primo è sicuramente il più importante come vedremo e non è da dimenticare anche l'importanza dei giudici nuovi appena nominati che sostengono i metodi e i sistemi per uscire prima e con la prima sentenza che abbiamo riportato in alto lasciano spazio agli obiettivi proprio della maggioranza


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:07): Il ruolo dei magistrati è stato ed è molto importante per le novità per le pensioni come confermano tutte le ultime notizie e ultimissime. Da una parte inizialmente vi è stato il contrastato alle decisioni, basti pensare alle decisioni della Consulta. Poi, man manco nelle ultime iniziative si è visto un sostanziale appoggio con delle sentenze anche molto importanti come abbiamo visto sotto. Ora questa nuova nomina potrebbe cambiare anche le carte in tavola nonostante la recente nomina dei tre giudici nuovi giudici della Consulta.

Nel contesto delle novità pensioni va ricordata anche la recente elezione di Piercamillo Davigo alla presidenza dell'Associazione nazionale magistrati. La storia recente racconta come molti cambiamenti nella previdenza italiana siano passati proprio dalle aule dei tribunali. Il Comitato direttivo centrale dell'Anm è composto di 36 membri, è eletto ogni 4 anni e sceglie poi al suo interno la Giunta esecutiva centrale, composta da 9 membri tra i quali il presidente, il vicepresidente e il segretario generale. Da statuto, tutela la indipendenza e il prestigio della magistratura e partecipa al dibattito nella società per le riforme necessarie ad assicurare un migliore servizio alla giustizia. Ma è di fatto un organismo vigile su tutti gli aspetti della politica, novità pensioni incluse.

Sono tanti gli esempi che testimoniano il ruolo dei tribunali nella scrittura delle norme sulle novità pensioni. La sentenza che ha fatto maggiormente discutere è naturalmente quella dell'Alta Corte sullo sblocco della rivalutazione degli assegni. Una decisione che ha avuto un moderato impatto sui conti pubblici poiché l'esecutivo ha deciso di dare seguito solo in parte. Poi si ricorda l'interessamento del Tar Lazio sul contributivo donna, rispetto al quale, prima ancora che venisse approvata la manovra di fine anno che ne ha stabilito la proroga fino al 31 dicembre 2016, era stata promossa una class action. I giudici amministrativi avevano però dichiarato il proprio difetto di giurisdizione.

In ballo c'era appunta la norma con cui consentire l'accesso al trattamento previdenziale alle lavoratrici con 57 anni e 3 mesi di età e 35 anni di contributi se dipendenti o a 58 anni e 3 mesi se autonome, in cambio del ricalcolo dell'assegno con il meno economicamente vantaggioso sistema contributivo. Non è stata proprio un caso l'attenzione mediatica che aveva raccolto la scelta del parlamento dei tre giudici della Corte costituzionale Augusto Barbera, Franco Modugno e Giulio Prosperetti. Ma naturalmente i casi potrebbero allargarsi anche alle tante decisioni che hanno e continuano avere sulle novità pensioni a livello locale con le norme regionali sul personale costantemente nel mirino della magistratura.

Volendo allargare lo spettro del campo di influenza, si ricordano il caso dei quota 96, quei lavoratori che nonostante il compimento di 61 anni d'età e il raggiungimento di 35 anni di contributi non sono andati in pensione a causa dell'introduzione delle nuove regole sulla previdenza, che non ha tenuto conto della peculiarità del calendario scolastico, più volte oggetto delle decisione dei tribunali. Ma anche la bocciatura della Corte costituzionale del referendum abrogativo di tutte le norme in vigore e le due sentenze della Consulta su legittimità del prelievo di solidarietà sulle pensioni d'oro e sulla perequazione automatica delle pensioni superiori tre volte il minimo Inps, oltre che quella che cancella l'obbligo di pagamento degli alimenti se l'ex coniuge si è rifatto una famiglia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il