BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016 autocertificazione, regole, compilazione esenzioni, soluzioni problemi seconda casa, intestatari, proprietari

La questione del canone Rai 2016 in bolletta è decisamente del caos per via dei troppi casi particolari di cui mancano i chiarimenti.




Non serve molto capire come il pagamento del canone Rai 2016 in bolletta ovvero il corretto utilizzo dei moduli per autocertificare di non possedere un televisore ovvero di non rischiare di essere due volti soggetti all'imposta tra intestatari diversi e prima e seconda casa, sia una questione caotica. Occorre evidentemente una nuova circolare di chiarimento da parte dell'Agenzia delle entrate.

Per quanto riguarda la compilazione, il contribuenti si trova davanti a due Quadri. C'è il Quadro A ovvero la dichiarazione sostitutiva di non detenzione e c'è il Quadro B ovvero la dichiarazione sostitutiva di presenza di altra utenza elettrica per l'addebito del canone. Il primo va compilato per comunicare la non detenzione di un apparecchio televisivo e si compone di due sezioni: Dichiarazione e Dichiarazione di variazione dei presupposti che vanno compilate alternativamente. La prima serve per dichiarare che in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di utenza elettrica è detenuto un apparecchio televisivo da parte di alcun componente della stessa famiglia anagrafica.

Oppure che in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di utenza elettrica è detenuto un apparecchio televisivo da parte di alcun componente della stessa famiglia anagrafica, oltre a quello per cui è stata presentata la denuncia di cessazione dell'abbonamento per suggellamento. La sezione Dichiarazione di variazione dei presupposti, invece, va compilata per comunicare il venir meno dei presupposti di una dichiarazione sostitutiva precedentemente presentata. L'esempio classico è l'acquisto di un televisore. In questo caso è necessario indicare nell'apposito campo la data di presentazione della precedente dichiarazione sostitutiva.

Il Quadro B va compilato per richiedere il non addebito del canone in alcuna delle utenze elettriche intestate al dichiarante, in quanto il canone è dovuto in relazione ad altra utenza elettrica intestata a un altro componente della stessa famiglia anagrafica. L'esempio tipico è quello di due soggetti facenti parte della stessa famiglia anagrafica, ma titolari di utenze elettriche separate. Anche il Quadro B si compone di due sezioni, Dichiarazione e Dichiarazione di variazione dei presupposti, che vanno compilate alternativamente. La prima serve per dichiarare che il canone di abbonamento alla televisione per uso privato non deve essere addebitato in alcuna delle utenze elettriche intestate al dichiarante in quanto il canone è dovuto in relazione all'utenza elettrica intestata ad altro componente della stessa famiglia anagrafica. La seconda per comunicare il venir meno dei presupposti di una dichiarazione sostitutiva precedentemente presentata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il