730 Precompilato 2016: i passaggi da far

730 Precompilato 2016: i passaggi da fare. Modello da scaricare, aggiungere dati e cambiare. E detrazioni, spese per meno tasse

Come scaricare, correggere o integrare il modello 730 precompilato direttamente dal sito dell’Agenzia delle Entrate: i passaggi



Scade il prossimo 7 luglio il termine di invio del modello 730 precompilato all'Agenzia delle Entrate che, però, stando alle ultime notizie, potrebbe essere anche prorogato al prossimo 23 luglio che essendo di sabato scalerebbe a lunedì 25. Si tratta della stessa proroga che era stata concessa già lo scorso anno e che aveva creato disagi per il discorso dei rimborsi Irpef in busta paga a luglio. In ogni caso, il modello 730 precompilato 2016 si potrà scaricare direttamente dal sito dell'Agenzia delle Entrate, www.agenziaentrate.org, da venerdì 15 aprile, accedendo direttamente con le proprie credenziali alla sezione dedicata alle dichiarazioni dei redditi.

Chi scarica il modello 730 precompilato online può farlo direttamente in autonomia, quindi controllare che ogni dato o informazione sia stata inserita correttamente, e se dovessero esserci mancanze o dati inesatti, bisognerà procedere con integrazioni o modifiche e quindi provvedere a reinviare il modello rivisto, sempre in via telematica sul sito delle Entrate www.agenziaentrate.it . Il 730, però, si può sempre presentare in formato cartaceo rivolgendosi a Caf e commercialisti, che dovranno ricevere dai contribuenti anche tutti i documenti necessari, a partire dalle Cu, insieme a tutti i documenti come ricevute fiscali, scontrini, ricevute di bonifici e di pagamenti bancomat, fatture o estratto conto banca per avere diritto alle detrazioni che servono, in moltissimi casi, a pagare meno tasse.

Se un contribuente dimentica di inserire una spesa che da diritto ad una detrazione o ad una deduzione ha la possibilità di presentare un modello 730 integrativo entro il prossimo 25 ottobre tramite Caf, commercialista o altro professionista abilitato. Questa possibilità vale anche per chi ha inserito nel modello inviato a luglio un importo più basso di quello effettivamente spettante e che entro il 25 ottobre può provvedere a correzioni in modo da ottenere un credito d'imposta ulteriore.

Le spese che possono essere inserite nel modello 730 2016 che danno diritto alle detrazioni sono le spese mediche, quelle veterinarie, le spese scolastiche comprese quelle universitarie, spese per attività sportive dilettantistiche dei propri figli di età compresa tra i 5 e i 18 anni, le spese funebri, quelle sostenute per il versamento di contributi previdenziali, di erogazioni liberali a favore di Chiesa o enti sociali, spese di interessi passivi del mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale, e per i lavori di ristrutturazione del proprio immobile e l’acquisto di mobili. Sono state, infatti, prorogate per tutto quest’anno le agevolazioni al 65 e al 50% per i lavori di ristrutturazioni di immobili volti a garantire un risparmio energetico e per il bonus mobili, la cui soglia di spesa di 10mila euro sale a 16mila euro quest’anno per le giovani coppie che decidono di comprare o ristrutturare il proprio immobile.  

Le principali novità di quest’anno riguardano le spese funebri: è stato infatti eliminato il vincolo di parentela con il defunto e chi paga le spese funebri ha diritto ad una detrazione del 19% entro un limite di spesa di 1.550 euro; le detrazioni per gli interessi passivi dei mutui su un massimo di 4mila euro; per il resto le ulteriori detrazioni riguardano spese sanitarie e mediche che danno diritto a detrazioni del 19% dell’importo eccedente la franchigia di 129,11 euro per acquisti di parafarmaci e farmaci; e le spese scolastiche, che danno diritto a detrazioni del 19% sia per le scuole dell’infanzia, che primarie e secondarie di primo e secondo grado, e per la mensa scolastica fino a 400 euro.



Commenta la notizia

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il

Ultime Notizie