BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie su quota 100,mini pensioni,ricongiunzioni,quota 41 serve accelerazione dopo ripresa riforme costituzionali

Dalla riforma costituzionale all'introduzione di novità pensioni il passo potrebbe essere verosimilmente breve.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:47)

Quella di ieri con il via libera alla riforma costituzionale rappresenta un importante passo in avanti nel percorso di riforma dell'esecutivo che può avere concrete ripercussioni sulle novità pensioni. Non sui contenuti, naturalmente, ma la questione previdenziale potrebbe andare in scia di questo provvedimento e ricevere una spinta. In fin dei conti, il pacchetto di cambiamenti che l'esecutivo è riuscito a fare approvare e che sarà oggetto del referendum confermativo di ottobre, è rilevante e prevede anche l'abolizione dell'elezione diretta dei senatori, il bicameralismo paritario, l'apertura delle porte della pensione dopo 70 anni, il solo Montecitorio a dare la fiducia all'esecutivo. Verrebbe da dire che, in confronto, le novità pensioni sono uno scherzo.

Più nello specifico, stando alle nuove norme che hanno incontrato un'opposizione parlamentare, saranno i cittadini a scegliere, alle Regionali, i consiglieri-senatori. Poi le assemblee ratificano. I consigli regionali "eleggono, con metodo proporzionale, i senatori tra i propri componenti" e "tra i sindaci" dei territori. Ma "in conformità alle scelte espresse dagli elettori per i candidati consiglieri in occasione del rinnovo dei medesimi organi". Il testo stabilisce almeno due senatori per Regione o Provincia autonoma; e uno di questi è un sindaco; ciascuna Regione avrà più o meno senatori in base alla popolazione. Da segnalare l'introduzione di un referendum propositivo e di indirizzo: i dettagli sono rinviati a una legge ad hoc.

In ogni caso, per raggiungere l'obiettivo delle novità pensioni occorre procedere per gradi occorre procedere per gradi, dando comunque un'accelerazione decisa ai provvedimenti in corso si approvazione. In prima battuta c'è il disegno di legge Concorrenza, rispetto alla quale occorrono almeno due mesi di tempo. Sul versante specifico delle pensioni occorre invece fare chiarezza sui tanti annunci e sulla tante proposte fin qui ipotizzate ma che non hanno trovato spazio nel Documento di economia e finanza 2016. Anzi, nel provvedimento di fa riferimento solo alla possibile revisione di detrazione e agevolazioni che, se concretizzate, rischierebbero di rivelarsi una beffa se al risparmio economico non seguirà l'introduzione di novità pensioni.

A ogni modo, una spinta ad approfondire il fascicolo pensioni potrebbe arrivare dalle prossime elezioni amministrative. Il Partito democratico ovvero l'esecutivo ha perso smalto e per recuperare consenso e voti la leva delle pensioni funziona sempre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il