730 2016 precompilato si può scaricare d

730 2016 precompilato si può scaricare da domani su sito Web Agenzia Entrate. Cosa fare subito e quando e come si può cambiare

Disponibile da domani 15 aprile il nuovo modello 730 precompilato online: come si può scaricare e consigli per passaggi successivi



Sarà disponibile da domani, venerdì 15 aprile, sul sito dell’Agenzia delle Entrate il modello 730 precompilato 2016. Appena disponibile,accedendo direttamente al sito delle Entrate www.agenziaentrate.gov , si potrà scaricare direttamente online il proprio modello semplicemente inserendo le proprie credenziali Entratel e Fisconline e seguendo le istruzioni e i passaggi per avere la propria dichiarazione dei redditi. Il consiglio è quello di scaricarlo e controllare subito, come già detto, i dati inseriti, per verificare che siano corretti o che debbano esserne inseriti degli altri mancanti, o corrette informazioni errate.

Il 730 precompilato contiene, infatti, dati anagrafici e fiscali dei contribuenti, dati relativi a redditi di lavoro dipendente e pensione, a spese sostenute per mutui, affitto, compravendite di immobili e altre informazioni già in possesso del Fisco che vengono inserite, dall’anno scorso, direttamente nella dichiarazione dei redditi, attraverso l’incrocio dati dell’Anagrafe Tributaria, ma è possibile che a volte vi siano errori e mancanze da colmare. Se da domani si potrà scaricare il modello 730 2016 e potrà essere controllato, non sarà possibile correggerlo subito. Per attuare le dovute modifiche infatti bisognerà apsettare il prossimo 2 maggio, per cui il consiglio è quello di definire già dati da correggere o inserire così appena disponibile la possibilità di farlo, si provvederà alla revisione delle informazioni e al successivo reinvio del modello al Fisco, entro il 7 luglio all’Agenzia delle Entrate.

Il 730 precompilato, con o senza modifiche, può essere nuovamente trasmesso alle Entrate direttamente online dal contribuente stesso e in tal caso non saranno previsti controlli documentali. Ma, come di consueto, è possibile presentare, e quindi far rinviare al Fisco, il proprio 730 anche a Caf, commercialisti o altri professionistici abilitati, cui bisognerà consegnare anche tutta la documentazione necessaria, a partire dalle Certificazioni Uniche, e compresi i documenti che attestino le spese sostenute per poter richiedere tutte le detrazioni previste, in modo da certificarle. Tra le spese che danno diritto a detrazioni, ricordiamo, quelle mdiche e veterinarie, le spese scolastiche e universitarie, spese funebri, per il versamento di contributi previdenziali, per lavori di ristrutturazione edilizia e volti all'efficientamento energetico, nonchè per l'aquisto di mobili e il versamento di erogazioni liberali per associazioni o enti.

Se si decide di presentare il 730 tramite Caf o commercialista, i controlli documentali, se scatteranno, saranno effettuati nei loro confronti che potrebbero essere destinatari anche di eventuali sanzioni nel caso venissero riscontrare anomalie o incongruità. Anche nel caso in cui il modello 730 venisse inviato da Caf o commercialista la data di scadenza di presentazione del modello all’Agenzia delle Entrate resta fissata al 7 luglio.



Commenta la notizia

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il

Ultime Notizie