BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie su quota 100, agevolazioni, quota 41, mini pensioni novità indicazioni Rizzetto, Furlan, Alessandrucci

Le ultime affermazioni e posizioni su novità per le pensioni da Rizzetto, Furlan, Alessandrucci: cosa sostengono e proposte




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:47) D'altra parte finchè non iniziare un vero confronto con le varie forze sociali è difficile dire che è iniziato l'iter sulle novià per le pensioni realmente. Non a caso sul fondo indigenza è iniziato, seppur molto sommessamente, una serie di audizioni con la Commissione, mentre la stessa Commissione solo per cercare di fare la sua norma da presentare ha fatto alcuni confronti, ma è ormai da due anni che si va avanti e non si ottiene nulla. E i veri incontri dovrebbe essere fatti con i Ministeri.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:51): Si parla tanto di pensioni e ci vogliono i fatti a questo punto, qualcosa messo nero su bianco scritto su cosa si intende fare, quali novità per le pensioni e in quali tempistiche. Oppure dire chiaramente che non si vuol fare niente. La concretezza che manca è attacatta nelle ultime notizie dalla Furlan, mentre Rizzetto indica una mancanza totale di chiarezza e falsi annunci di fatto usando toni assai decisi e netti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:17): Tra le varie affermazioni appaiono molto interessanti sotto vari aspetti quelle di Alessandrucci, Furlan e Rizzetto di questi ultimi giorni di tante ultime notizie e ultimissime dedicate alle novità per le pensioni

Nessun accenno a novità per le pensioni nel nuovo Documento di Economia di Finanza, tranne qualche riferimento contenuto in un collegato presentato qualche ora dopo a che non prevede alcuna novità per le pensioni definita, ma solo indicazioni che qualcosa dovrà essere fatto per rivedere i requisiti di uscita dal lavoro per tutti. E contro questa mancanza di indicazioni concrete su novità per le pensioni nel nuovo Def si è scagliato Walter Rizzetto del M5S, che invece rilancia da tempo su quota 41, proroga delle norme per l’uscita prima delle donne, introduzione dell’assegno universale, o ogni altra correzione alla legge attuale. E in riferimento al nulla di fatto nel Def, spiega che si tratta solo di conferme del fatto che l’esecutivo annuncia novità strategiche per cercare di recuperare nuovi consensi e voti non riuscendo però mai a trasformarle in realtà.

E ha lanciato nuove accuse al premier, sostenendo di aver illuso ancora una volta gli italiani. Continua a chiedere novità per le pensioni all’esecutivo anche la segretaria generale della Cisl Furlan che ha espresso tutta la sua contrarietà alla proposta di uscita prima a 63 anni e sette mesi a fronte di penalizzazioni del 3% presentata dal presidente dell’Istituto di Previdenza, ribadendo la necessità di approvare piani come quota 41 o altri piani che comunque possano rendere più flessibili gli attuali requisiti di uscita dal lavoro, definendo queste novità come priorità dell’esecutivo e dell’Istituto di Previdenza, rispetto ad altri interventi, come quello delle simulazioni del futuro pensionistico dei lavoratori italiani.

Protagonista del dibattito previdenziale di questi ultimi giorni anche la presidente del Colap, Emiliana Alessandrucci, che ha commentato il recente annuncio del premier sull’intenzione di voler aumentare le pensioni più basse, ritenendo che si tratta sì di una misura importante, ma che dovrebbe essere secondaria rispetto alla definizione di modifiche organiche e strutturali volte, come sostengono tutti, innanzitutto a cambiare i requisiti di uscita dal lavoro, abbassandoli. Due, in particolare, le proposte di novità presentate dall’Alessandrucci: aumento delle pensioni più basse, da una parte, e nuove possibilità per chi vuole contribuire ad aumentare la propria pensione finale tranquillamente lavorando.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il