BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Canone Rai 2016 autocertificazione: esempi, casi seconda casa, anziani, intestatari diversi già isolti in attesa Agenzia Entrata

Chi può richiedere esenzione dal pagamento del Canone Rai, come fare e scadenze invio modulo: è ancora caos tra i contribuenti




Scade il 30 aprile il termine di compilazione del modello di esenzione dal pagamento del Canone Rai ma è caos tra i consumatori sulle modalità da seguire visto che manca ora il nuovo modulo ufficiale e mancano anche regole precise. Secondo l'Unione Nazionale Consumatori, è infatti solo caos sulla Dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato, così come anche sul funzionamento del numero verde della Rai 800 93 83 62. Il modello di esenzione dal Canone Rai può essere presentato da coloro che non possiedono una tv, dagli over 75 che non hanno un reddito annuo che superi i 6.713,98 euro sommato a quello del coniuge convivente, i proprietari di seconde case, eredi e intestatari diversi.

In questi ultimi giorni è caos anche sulla modalità di pagamento del Canone Rai in bolletta, considerando che il Consiglio di Stato ha bocciato il decreto sul Canone Rai in bolletta. Nell’attesa di eventuali chiarimenti e novità in merito, di certo si sa che il Canone Rai deve essere pagato solo sulle prime case e non sulle seconde, sia nel caso in cui siano sfitte sia nel caso siano in locazione, e in questo caso il pagamento del Canone spetta agli inquilini. Il modulo da compilare si può scaricare dal sito dell’Agenzia delle Entrate, www.agenziaentrate.gov., della Rai e del Ministero dell’Economia, bisogna inserirvi tutti i dati anagrafici richiesti, le informazioni necessarie, e il motivo per cui si chiede l’esenzione.

Il modulo prevede la compilazione di due Quadri, A e B: se non si possiede un tv bisogna compilare il quadro A, mentre se si dichiara un’altra utenza su cui far addebitare il costo del Canone Rai bisogna compilare il quadro B. Il quadro Be deve essere compilato anche dall’erede che non fa parte della famiglia anagrafica dell’intestatario della bolletta ma che paga il Canone Rai.

Terminata la compilazione del modulo, deve essere reinviato o direttamente online sempre alle Entrate, entro il prossimo 10 maggio, o tramite raccomandata entro il prossimo 30 aprile, all’indirizzo Agenzia delle Entrate, ufficio di Torino 1, S.A.T.- Sportello abbonamenti tv- casella postale 22, 10121 Torino, scadenze che, però, potrebbero essere prorogate al 15 maggio. Ma si attendono ancora conferme in merito.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il