BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni desideri novità, cosa vogliono italiani, preferiscono e quali novità riforma temono: novità oggi martedì

La Commissione europea sta pensando di imporre il visto ai cittadini statunitensi che entrano nel territorio comunitario. Ecco i motivi.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 14:07): Continuando nei sondaggi, che abbiamo raccolto nelle ultime notizie e ultimissime su cosa vorrebbero ma anche temono gli italiani, si può dire che un terzo è convinto che sicuramente vi saranno elementi peggiorativi all'orizzonte senza la sicurezza di novità positive.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 9:44): Rifacendoci al sondaggio precedente, ad una domanda successiva sulla revisione degli assegni più alti il 22% si è detto favorevole ad assegni intorno ai 3000 euro lordi, mentre il 57% favorevole ad assegni intorno ai 5000 euro lordi. I restanti per una cifra iù alta dei 5000 euro. Certo, nella domanda vi era il pressuposto che questi soldi così ricavati serivissero solo ed esclusivamente per quota 100, mini pensioni, quota o comunque a novità per le pensioni per uscire prima come indicato nelle ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 19:48): Un altro sondaggio che è stato fatto tra gli italiani ha avuto esiti più che scontati, ovvero alla domanda se erano d'accordo con l'annullamento dei vitalizi vi è stato in pratica un plebiscito con l'85% dei voti. Sul ricalcolo degli assegni più alti, altra idea sempre tra le ultime notizie e ultimissime come domanda posta così genericamente, un 47% si è detto d'accordo, un 30% no e il restante ha risposto di non sapere e vedremo poi perchè una percentuale così alta non è espressa, ma è anche facile da immaginare.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 15:45): Prima di tutto vi invitiamo a leggere i sodnaggi sulle novità per le pensioni che abbiamo inserito nel primo paragrafo che sono numeri e indicazioni interessanti. Passando ad ulteriori sondaggi, la stragrande maggioranza preferisce quota 100 con anche penalizzazioni al 67% che siano dell'ordine fino al 9% commisurate al valore dell'assegno, mentre altri richiedono quota 100 o quota 41 senza penalità che sono intorno al 20%. Gli altri si dividono tra mini pensioni e staffetta considerate davvero negativamente nonostante nelle ultime notizie e ultimissime sembrano quelle più probabili.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 22:22): Abbiamo raccolto diversi sondaggi provenienti da più fonti dedicati al tema delle novità per le pensioni e collegati con riferimento principale a quello che indicano le ultime notizie e ultimissime sul tema. E poi abbiamo analizzato anche alcuni trend sui social network e i tanti commenti ed email che quotidiamente ci arrivano. Ecco sotto alcune delle prime indicazioni e poi andremo avanti con la pubblicazione e l'analisi.

Sono le ultime notizie di oggi domenica 17 aprile 2016 a riferire come le novità pensioni sono nei pensieri degli italiani.

Novità pensioni. Sulla possibilità di vedere novità pensioni non c'è fiducia da parte degli italiani. Nonostante la questione sia al centro dei dibattiti e dell'attenzione, ci scommettono in pochi. Stando ai sondaggi più recenti, il 69% del campione preso in esame si dice convinto che l'esecutivo non metterà mano sulla materia da qui alla scadenza della legislatura. Il 21% crede in qualche intervento marginale mentre il restante 10% non ha un'idea ben precisa. Ma non si può non citare quel 30% degli italiani riferito da un'altra rilevazione, che crede che le modifiche sulle pensioni saranno certamente di segno negativo. Eppure la stragrande maggioranza degli italiani, circa il 65%, è favorevole all'introduzione di metodi per uscita un po' prima e dare spazio ai giovani.

Di questo 65%, poi, c'è la quasi totalità (il 49%) che dice sì alla previsione di penalizzazioni nell'assegno previdenziale accompagnate dall'introduzione di quota 100 come somma di età anagrafica e anni di contribuzione da maturare per andare in pensione. C'è poi un 67% d'accordo sull'assegno universale come strumento di sostegno al reddito, ma con scarsa fiducia sulla sua implementazione. Più in generale, sono proprio le novità pensioni, l'occupazione, le tasse e l'evasione fiscale i temi che stanno più a cuore agli italiani.

Riforma Serenissima novità. Scade il 22 aprile 2016 l'esclusiva ad Abertis per fare propria l'autostrada veneta La Serenissima. Il gruppo spagnolo ha necessità di definire gli ultimi dettagli del contratto. In realtà questa è la nuova proroga che dovrebbe portare nelle mani del gruppo il 51% in A4 Holding. La precedente scadenza era stata fissata al 31 marzo e prima ancora le negoziazioni erano state estese dal 30 ottobre 2015 fino alla fine del mese di dicembre con proroga al 31 marzo. Sul versante finanziario Abertis ha ottenuto un finanziamento da 600 milioni di euro da un gruppo di banche iberiche guidato da CaixaBank.

EasyJet-Sea novità. L'obiettivo è far arrivare e partire da Milano otto milioni di passeggeri. EasyJet definisce i suoi obiettivi sullo scalo milanese gestito da Sea attraverso una serie di investimenti al Terminal 2. Come spiegato da Francis Ouseley, direttore di EasyJet per l'Italia, "ci sentiamo artefici del cambiamento di Milano in questi dieci anni. La città è diventata un punto di destinazione del turismo importante, con la Lombardia. E noi abbiamo reso accessibili i viaggi a tutti. Per esempio, abbiamo reso più semplice ai ragazzi andare a studiare all'estero".

Riforma visto novità. Chi la fa l'aspetti verrebbe da dire perché la Commissione europea sta pensando di imporre il visto ai cittadini statunitensi che entrano nel territorio comunitario. Si tratterebbe di una risposta al trattamento che gl stessi Stati Uniti stanno riservando ad alcuni cittadini europei, a cui viene impedito di restare negli States fino a 3 mesi senza richiedere il visto. A ben vedere, lo stesso provvedimento potrebbe riguardare anche il Canada.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il