BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Jailbreak iOS 9.3.1, 9.3, 9.3.2: novità questa settimana

Si lavora a luci spente per lo sviluppo del tool di sblocco degli ultimi aggiornamenti di sistema operativo dell'azienda di Cupertino.




Quella appena trascorsa è stata una settimana interlocutoria sotto il profilo dell'atteso jailbreak del nuovo aggiornamento di sistema operativo iOS 9.3 e del successivo iOS 9.3.1. Che ci sia attivismo in merito allo sviluppo del tool di sblocco e alle richieste degli utenti è dimostrato dai tanti tweet dei giorni scorsi. Ma, è bene specificarlo subito, non ci sono novità concrete. Fino a che punto gli sforzi per cercare di violare il nuovo software della società di Cupertino è tutto da dimostrare. Anche perché sono in tanti a ritenere come le attenzioni siano già rivolte alla prossima major release, l'iOS 10, la cui anteprima sarà presentata in occasione della WWDC 2016, il tradizionale appuntamento di Apple con i suoi sviluppatori.

Continua a essere fortemente sconsigliata la soluzione proposta da taig9.com. La ragione è semplice: non funziona. Al di là del pagamento che viene richiesto, in altre circostanze non proprio inusuale, questa volta abbiamo a che fare con una modalità che fa acqua da tutte le parti. Proviamo a spiegare il perché. Dopo l'avvio del software da scaricare sul sito, viene ricevuta una notifica sulla corretta installazione di Cydia, ma in realtà si tratta dell'app 3K Assistant, uno strumento per il jailbreaking già utilizzato dallo stesso team Taig per le versioni precedenti dell'iOS. Tuttavia si tratta di una versione freemium, a cui segue la richiesta di almeno 15 dollari per il passaggio alla modalità premium con cui installare Cydia.

Il tutto mentre la multinazionale della mela morsicata è già al lavoro per lo sviluppo della versione finale dell'iOS 9.3.2, di cui sono state rilasciate anche una beta pubblica e una beta per sviluppatori. L'update, che avrà carattere prevalentemente correttivo, sarà gratuitamente scaricabile su iPhone SE, iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPhone 4S, iPad Pro, iPad Air 2, iPad Air, iPad 4, iPad 3, iPad 2, iPad mini 3, iPad mini 2, iPad mini e iPod touch di quinta generazione.

Così come è accaduto con i più recenti iOS 9.3 e iOS 9.3.1, la ricezione della notifica sarà automatica e coinvolgerà in contemporanea tutti i dispositivi coinvolti, con una leggera differenza di orario in base al Paese coinvolto. In ogni caso, per verificare manualmente la presenza dell'upgrade direttamente dal proprio dispositivo, è possibile seguire il percorso Impostazioni Generali > Aggiornamento Software > Scarica e Installa dal proprio terminale oppure collegare il device a un Mac o a un PC via iTunes.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il