BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 100, quota 41 inserite nei nuovi contratti per cui inizieranno trattative

Si discute delle trattative per la revisione delle contrattazione aziendale: quali possibili legami con novità per le pensioni e modifiche probabili




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 10:07): Non solo, vi è sempre più un riferimento all'intervento privato nelle pensioni e agevolazioni e aiuti nelle ultime notizie e ultimisime con il benestare e anzi il favorire in ogni modo da parte dello Stato Centrale. In questo contesto della contrattazione, potrebbe essere inserito e agevolato il meccanismo delle novità per le pensioni ibrido mini pensioni-staffetta che in questa ultima versione richiede l'impegno del privato come vedremo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 18:28): C'è da dire che entrambi gli attori sono stati da sempre positivi per le novità per le pensioni e la stessa Confidunstria nel piano di azione dei giovani industriali, firmato e condiviso anche dal nuovo presidente, ha sottolineato, come hanno riportato le ultime notizie e ultimissime, l'importanza di aumentare la produttività e l'occupazione sbloccando di fatto le pensioni e, dunque, nei nuovi contratti potrebbe prevdcere sicuramente alcune norme in questo senso

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 19:52): Una delle decisioni già prese dopo diverso tempo in bilico è che si interverrà direttamente sui contratti con le nuove regole inserite in una norma dello Stato e non solo dipedende fra Confidustria e Forze Sociali che saranno comunque, coinvolte. E secondo alcune indiscrezioni delle ultime notizie e ultimissime, vi potrebbe essere inserite delle novità per le pensioni.

Rimbalzano ormai da tempo, ma sempre e solo a parole, da un provvedimento ad una altro le possibili novità per le pensioni che l’esecutivo vorrebbe approvare ma su cui si continua a temporeggiare. La motivazione ufficiale che ostacola la realizzazione di ogni novità al vaglio è la mancza di soldi, ma ci si chiede se avendone disponibilità si sarebbe fatto finora qualcosa di concreto. Piani di uscita prima come quota 100, mini pensione, quota 41 ma anche assegno universale avrebbero dovut, infatti,  essere inseriti prima nella scorsa Manovra, poi in una legge delega ad essa collegata, quindi in un decreto previdenza che era stato annunciato per l’inizio di questo anno 2016 ma che, chiaramente, non è mai arrivato, poi nel nuovo Documento di Economia e Finanza, ma anche in quest’ultimo caso nulla è stato fatto se non lievi accenni a novità per le pensioni in un collegato al Documento stesso.

Le ultime notizie di oggi riportano, ancora una volta, la probabilità (o forse la speranza) che eventuali novità per le pensioni possano essere inserite nelle trattative di lavoro sulla contrattazione aziendale. Secondo quanto previsto dall'esecutivo nel nuovo Documento di programmazione economica, infatti, quest'anno ci si dovrebbe concentrare su una revisione della contrattazione aziendale  per rendere migliori i contratti, facendo prevalere quelli aziendali su quelli nazionali, in base alle singole organizzazioni di lavoro e produzione. Se, infatti, l'esecutivo dovesse concedere incentivi alla contrattazione aziendale, secondo le previsioni, potrebbero crearsi diversi margini di crescita.

La trattativa in tal senso, come sottolineato da alcuni esponenti dell’esecutivo stesso, è aperta, proprio per creare nuove norme volte a regolare relazioni industriali e contrattazione decentrata. Considerando, però, che si tratta di novità che implicherebbero costi, è chiaro come, ben sapendo che le risorse economiche per eventuali cambiamenti non sono disponibili, non siano previsti tempi certi di lavoro in tal senso. E’ una situazione che fondamentalmente ricalca quella di lavoro sulle novità per le pensioni, in merito alla quale si sa che devono essere attuate modifiche ma non essendoci soldi tutto è ancora bloccato. Ma anche il ministro del Lavoro spinge perché il cambiamento radicale sulla contrattazione avvenga ed è possibile che nell’ambito di questa trattativa possano inserirsi anche novità per le pensioni.

Considerando che a spingere tale trattativa è anche il responsabile del Dicastero dell’Occupazione, è possibile che all’interno possa trovare posto il piano di mini pensione, sostenuto non solo dal ministro del Lavoro, ma anche dalle aziende, o anche la novità ultimamente rilanciate della mini pensione con staffetta. E’ possibile però che qualche novità per le pensioni rientri anche nel Ddl Concorrenza, anche se, come diverse volte spiegato, sarebbe meglio che si lavorasse sulle pensioni a livello di delega, per avere innanzitutto una visione a 360 gradi, magari anche insieme a Fondo Indigenza e delega fiscale per armonizzare il tutto, o poi per impegnare l’esecutivo in tempi certi ad attuare finalmente novità concrete per le pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il