BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 resoconti incontri M5S, Comitato Ristretto, Voto Sfiducia, Audizioni

Gli appuntamenti di questa settimana che potrebbero rivelarsi importanti per novitÓ sulle pensioni: quali sono e cosa prevedono




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 18:48):  Iniziano ad arrivare i primi resoconti degli incontri di questi primi giorni che hanno un impatto sulle novità per le pensioni. Alcuni devono ancora arrivare altri sono giò disponibile, Per quanto riguarda M5S ad, esempio, l'incontro di ieri, le ultime notizie e ultimissime lo raccontano molto teso, ma con l'idea, voluta a quanto sembra da Casaleggio stesso, di avere Di Maio non come leader del partito, ma come prossimp sfidante per eventuali elezioni. E l'importanza che il Movimento 5 Stelle potrebbe avere per le novità per le pensioni la conosciamo bene.

I prossimi giorni potrebbero rivelarsi decisamente importanti per eventuali novità per le pensioni: le ultime notizie confermano che oggi, lunedì 18 aprile, è in programma l’incontro del Direttorio del M5S, importante per definire le prossime strategie di lavoro del Movimento, in vista delle prossime elezioni amministrative e per gettare le basi per le prossime elezioni politiche e infatti da settimane circola la notizia della probabile candidatura di Di Maio a premier, pronto a sfidare Renzi. La riunione della direzione del M5S e il nuovo voto online per la scelta del leader avrà certamente ripercussioni per la definizione di novità per le pensioni, considerando che il M5S è tra le forze politiche che da sempre spingono su cambiamenti pensionistici.

Tra le novità pensioni sostenute dal M5S non solo l'assegno universale per tutti, su cui continua a rilanciare con forza e che dovrebbe avere un valore di 500 euro al mese, ma anche il piano di quota 100 e quota 41, che secondo gli esponenti del Movimento potrebbero anche non dover implicare necessariamente penalizzazioni, e soprattutto abolizione dei vitalizi d’oro ai politici. E Di Maio, nelle sue ultime dichiarazioni, ha ripetutamente confermato che le novità per le pensioni sono prioritarie. Dopo il voto di domani sulla mozioni di sfiducia al governo presentate rispettivamente dai Gruppi Movimento 5 Stelle, Forza Italia, Lega Nord, Conservatori e Riformisti, ma che non dovrebbe avere conseguenze particolari, da oggi, lunedì 18 aprile, partono le audizioni sul Def nelle commissioni Bilancio di Camera e Senato con Bankitalia. E domani è in programma prima l'audizione del ministro dell'Economia Padoan, seguito da Corte dei Conti, Istat e Ufficio parlamentare di bilancio.

Continuano questa settimana gli incontri del Comitato ristretto per le pensioni a Montecitorio che da domani, martedì 19, e fino a giovedì discuteranno di piani di quota 100 e 41 nonché della questione delle ricongiunzioni onerose. Mercoledì 20 riprendono poi le discussioni sulla Delega sul Fondo Indigenza, con il riordino delle prestazioni e delle agevolazioni sociali per famiglie e lavoratori, misure considerate necessarie per molti giacchè permetterebbero di guadagnare  soldi da impiegare poi per successivi cambiamenti positivi per le pensioni. E giovedì proseguirà l’analisi delle proposte di novità per le pensioni da parte dell’onorevole Gnecchi. In ballo sempre i piani di quota 100 e quota 41.

Intanto da oggi prendono il via le audizioni sul Def in Commissione parlamentare e domani è in programma l’intervento del ministro dell’Economia Padoan, importante, tra gli altri, per capire quali potrebbero essere effettivamente i provvedimenti che diventeranno ufficiali nel nuovo Def e quali le novità pensioni possibili, se ci saranno, chiaramente. Qualche possibilità che effettive novità per le pensioni possano rientrare nel Def per essere confermate, o meno, nella nuova Manovra è stata annunciata tra le righe dallo stesso ministro dell’Economia, secondo cui le norme pensionistiche in vigore ostacolano l’ingresso dei giovani nel mondo occupazionale ed è per questo che sarebbe ideale pensare a modifiche dei requisiti di uscita dal lavoro, scegliendo tra piani come quota 100, mini pensioni, quota 41, o anche la staffetta ibrida. Sarà importante in tal senso capire come si concluderà la trattativa con l’Europa per la concessione dell’extra deficit.  

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il