BusinessOnline - Il portale per i decision maker








730 precompilato 2016: problemi, errori e soluzioni Agenzie Entrate, INPS., Come scaricare, inserimento dati, correzioni, invio

A differenza dello scorso anno, sono aumentati gli aspetti da controllare e da verificare sul 730 2016 precompilata per evitare errori.




Al via le operazioni del 730 2016 precompilato. Rispetto alla versione dello scorso anno presenta una serie di novità e di cambiamenti. Inevitabili allora le incertezze e maggiore facilità con cui saraà evidentemente necessario procedere con correzione e modifiche rispetto a quanto indicato nella versione scaricata. A tal proposito, per scaricare il documento, lavori dipendenti e pensionati devono utilizzare le credenziali rilasciate per i servizi telematici dell'Agenzia compreso il codice Pin. Possono essere richieste sul sito agenziaentrate.gov.it, presso gli uffici territoriali delle Entrate o tramite l'app dell'Agenzia. L'accesso è consentito anche sfruttando il Pin dispositivo dell'Inps.

In testa al foglio informativo c'è il riferimento alla Certificazione unica trasmesse alle Entrate per il contribuente. Dovrebbe essere presente, dunque, la Certificazione unica rilasciata dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico. Devono essere riportate anche le Certificazioni uniche per prestazioni occasionali o relative a un secondo lavoro. Se mancano una o più Certificazione unica, il modello va senz'altro integrato, così come nel caso in cui il dato non sia stato inserito.

Tra i familiari a carico sono riportati i codici fiscali dei figli a carico, ma anche del coniuge non a carico. In corrispondenza del suo codice fiscale nel 730 2016 non dovrebbe essere riportata alcuna cifra nella casella "mesi a carico". L'eventuale mancanza del codice fiscale del coniuge va invece integrata. Per i figli va verificato che siano riportati correttamente i mesi a carico, la percentuale e i mesi nei quali i figli sono stati di età inferiore a tre anni nel 2015.

L'anno scorso quella dei terreni e fabbricati è stata la sezione a più alta densità di errori. Dal foglio informativo non si vede se sono stati conteggiati tutti gli immobili posseduti, di conseguenza va fatto il riscontro nel 730 2015 precompilato. Vanno sempre controllati, poi, il codice utilizzo e i giorni di possesso, soprattutto in caso di compravendite nel 2015. Per le locazioni, il foglio informativo indica se risulta un contratto: in molti casi il dato non è stato inserito. Se presente il dato va controllato.

Quando i redditi di lavoro dipendente o assimilati trasmessi con la Certificazione unica non sono stati inseriti nel 730, questa voce non compare nel foglio informativo, mentre c'è la dicitura "dati presenti" se sono stati inseriti solo alcuni dei redditi. Sotto la voce "altri redditi" sono inseriti anche gli importi rimborsati nel 2015 dalle casse sanitarie, ma riferiti a spese sostenute nel 2014 o in anni precedenti: in questo caso, l'Agenzia li tratta come redditi soggetti a tassazione separata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il