BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 nuove spiegazioni ancora Nannicini dopo Baretta, Turco, Emiliano Civati

Le ultime posizioni e affermazioni su novità per le pensioni e non solo da parte di Emiliano, Civati, Polito, Baretta, Turco. Cosa sostengono e cosa chiedono




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 13:41 ): Nannicini, dunque, più vicino per la sua stessa posizione al Premier con cui ha fatto anche l'ultima chat su Facebook, ha parlato anche questa mattina in una intervista dove ha detto che nulla è ancora stabilito ei riguarda le ultime notizie e ultimissime sembra aver preso un pò il distacco dall'idea del credito degli Istituti cosa che da quanto si sa non piace nemmeno agli altri vicinissimi al Premier. Il problema, lo ha ribadito, sono i soldi da stanziare anche se lui stesso vorrebbe poter permettere al cittadino di scegliere in base alle sue personali esigenze con una serie di metodi strutturati e diversificati

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 10:32): Certo, si può rimare un attimo perplessi nal caso delle mini pensioni con penalità che, poi, alla fien queste penalità vengono date agli istituti di credito per la cifra versata. Da una parte in questa novità per le pensioni c'è il vantaggio non trascurabile di non dover fare accordi con la propria impresa, dall'altro una penalizzazione che prima non c'era. 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 8:30): Nuove spiegazioni arrivano sulle novità per le pensioni da Nannicini che illustra che vi sono almeno diversi metodi per le novità per le pensioni che, ed è questa un'altra novità, si potrebbe utilizzare tutti, faceno decidere il lavoratore e sarebbero quelli che, poi, abbiamo ripreso nelle ultime notizie:

- Pensioni novità mini pensioni+staffetta con accordo azienda e lavoratore con supporto isituto di credito
- Pensioni novità mini pensioni, deciso dal singolo lavoratore senza ausilio del datore di lavoro con i soldi anticipati dalla banche senza interessi e poi man restituiti con la pensione in piccole rate
- Pensioni novità mini pensioni con interessi da restituire che sarebbero qualle penalità dal 3%-5% che verrebbe restituita, trattenuta dalle pensioni una volta ricevuta mensilmente
- Pensioni novità con la classica quota 100
- Pensioni novità con il contributivo uomo esteso come quello delle donne

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 19:24): E se letti in un senso i numeri degli scontenti del Pd sono alti con la maggior parte di chi ha votato sì che lo ha fatto per andare contro l'attuale maggioranza di cui non condivide le scelte in tema di novità per le pensioni, imposte e gli altri temi più importanti. Da sottolineare come la maggior parte arrivano, secondo le ultime notizie e ultimissime, riportate dai sondaggi dalle zone e regioni dove il Pd è tradizionalmente più forte.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 15:27):  Sia Civati che Emiliano sottolineano come chi ha votato per il referendum sono state tantissimi del Pd secondo i sondaggi, uno zoccolo duro sia di elettori che di zone tradizionalmente favorevoli. E, dunque, lo spiegano nelle ultime notizie e ultimissime, come un vero e proprio malcontento nei confronti delle mancate novità per le pensioni sempre più richieste, tasse, occupazione.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ultimo fatto dell'articolo ore 21:07): Numerose le affermazioni interessanti che aprono prospettive per il dopo voto con riferimento agli altri due voti centrali prossimi venturi. In questo senso vanno lette le affermazioni di Emiliano e Civati e il commento di Polito che parla sul Corsera nel suo editoriale anche lui di una sorpresa per la vittoria. Che siano le novità per le pensioni, almeno uno, o altri temi cari agli italiani? Nel frattempo Emiliano insieme ad altri in base ad alcune indiscrezioni delle ultime notizie e ultimissime, punta direttamente la prua della propria nave (e quella dell'opposizione interna) per far cadere la maggioranza e lui, insieme a tanti altri, come Rossi è pronto alle novità per le pensioni tanto attese.

L’esito del referendum sulle trivelle di ieri, conclusosi in maniera negativa, considerando che non è stato raggiunto il quorum, con sommo dispiacere di ambientalisti e alcuni partiti politici, ma sommo piacere di premier Renzi e altre forze politiche che invitavano nei giorni scorsi a non andare addirittura a votare. Si tratta di un risultato che, però, pur non avendo raggiunto il quorum, non rappresenta una vittoria per l’esecutivo, che dovrà certamente darsi da fare per riconquistare voti e consensi in vista delle prossime elezioni amministrative. Contro l’operato e la posizione dell’esecutivo il governatore della Puglia Michele Emiliano, che ha chiaramente spiegato come nonostante la mancanza del quorum non si possa parlare di successo per l’esecutivo.

E ha rilanciato, dichiarando che l’esecutivo ha particolarmente sostenuto i petroliferi ma che è necessario che tenga conto del fatto che milioni di italiani sono dalla parte della tutela dell’ambiente, facendo chiaramente intendere che si deve fare qualcosa per cambiare la propria rotta di lavoro. Il che presuppone che per riconquistare la fiducia necessaria bisogna agire su altri fronti per far capire agli italiani che l’esecutivo ha intenzione di lavorare per loro. E in questo lavoro sono comprese le novità per le pensioni e studi su piani di quota 100, mini pensione, quota 41, assegno universale, perché vengano finalmente approvati. Anche per Civati quella che il premier considera una vittoria rappresenta in realtà una debacle e dalla parte dell’opposizione, così come della minoranza, spinge sulla necessità di nuovi provvedimenti e rilancia sulle novità per le pensioni.

Del resto, è la stessa posizione che minoranza Dem mantiene da tempo, tra duri attacchi rivolti al premier come accaduto in occasione del Direttorio del Pd, che chiedendo ancora novità per le pensioni ha anche polemizzato sull’annuncio degli aumenti per le pensioni più basse che, così come spiegato, non lascerebbero spazio a ulteriori novità per le pensioni, che non sarebbe una mossa positiva per tutti coloro che chiedono invece novità come quota 100 o mini pensione per cambiare l’attuale legge, così come per novità sulle ricongiunzioni.

Anche il vicedirettore di Corsera Polito, sostiene in parte questa posizione, quasi intimando all’esecutivo di guardare bene in faccia la realtà che così tanto rosea non è all’indomani dell’esito del referendum sulle trivelle. Sarebbe un errore, secondo Polito, credere per il premier di aver vinto perché le ultime notizie che avrebbero potuto dimostrare la forza del premier contro ‘il resto del mondo’, tra minoranze e opposizioni , non sono affatto positive e questo spinge ad ulteriori riflessioni che tra le questioni da considerare implicherebbero anche le novità per le pensioni, temi su cui proprio le opposizioni e la minoranza spinge.

Non sono infatti una novità le richieste di approvazione di piani di quota 100, quota 41, o assegno universale che sono state presentate finora e, in vista delle prossime elezioni, per il premier sarà fondamentale orientarsi su una strada che permetta effettivamente di riconquistare gli italiani. Il problema però è che come hanno spiegato diversi tecnici dell’Economia sarà difficile varare nel breve periodo novità per le pensioni concrete. Secondo il sottosegretario Baretta, che solo qualche giorno fa ha avanzato la nuova proposta di mini pensione con staffetta, proprio in questi giorni è tornato a parlare della necessità di adeguare i requisiti di uscita del mondo femminile anche agli uomini, in risposta alla procedura di infrazione aperta dall'Europa nei confronti del nostro Paese dovuta proprio alla differenza di trattamento previdenziale di genere.

Ed è firmatario di due possibilità di uscita prima: possibilità di andare in pensione prima a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazioni, o di uscita con 41 anni di contributi, senza limiti di età anagrafica, e senza penalizzazioni. Secondo il deputato ex M5S Tancredi Turco bisognerebbe agire innanzitutto su una revisione dei vitalizi d'oro dei politici, che godono di calcoli e trattamenti decisamente privilegiati rispetto alle pensioni percepite dai normali lavoratori che hanno versato i contributi dovuti nel corso della loro intera vita lavorativa e professionale.

Si tratta di una revisione che dovrebbe essere la prima novità per le pensioni da attuare e non soltanto per fare cassa ma anche per ridare equità al nostro sistema sociale sempre più squilibrato proprio a causa dei diversi trattamenti riservati a determinate categorie di persone. Anche la deputata del Pd Gnecchi, nominata supervisore del Def in Commissione Lavoro, torna a ribadire l’importanza di approvazione di novità per le pensioni, chiedendo cambiamenti per i requisiti di uscita dal lavoro per tutti e piani come quota 100 o quota 41.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il