BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







730 Precompilato 2016: quali detrazioni, spese si possono inserire, come fare. Istruzioni compilazione. Soluzioni e problemi

Quando si può compilare e presentare il modello 730 2016 precompilato, regole di compilazione e vantaggi: regole da conoscere




Venerdì 15 aprile l'Agenzia delle Entrate ha finalmente reso disponibile il modello 730 2016 precompilato che ogni contribuente in possesso delle credenziali di accesso Entratel e Fiscoline può scaricare semplicemente accendendo al sito delle Entrate. I contribuenti possono compilare anche la propria dichiarazione dei redditi con modello 730 congiunto. Con questo modello i coniugi possono presentare una sola dichiarazione dei redditi a patto però di soddisfare una serie di requisiti. Possono, infatti, presentare il modello 730 congiunto i coniugi uniti legalmente in matrimonio; i coniugi che nel 2015 hanno percepito redditi da lavoro dipendente, redditi assimilati a quelli da lavoro dipendente, redditi dei fabbricati e terreni, di capitale, redditi di lavoro autonomo senza obbligo di partita Iva, o alcuni redditi soggetti a tassazione separata.

Il modello 730 2016 congiunto non può essere invece presentato da persone non sposate anche se conviventi, nel caso di dichiarazione dei redditi per conto di persone incapaci e minori, o di decesso del coniuge se avvenuto prima della presentazione della dichiarazione dei redditi. Nel 730 2016 congiunto devono essere inseriti i dati del sostituto d’imposta del coniuge, i dati relativi a tutti i redditi di entrambi i coniugi imponibili ai fini del irpef, di addizionali regionali e comunali, tutte le detrazioni e le deduzioni e gli importi trattenuti o rimborsati dopo conguagli del dichiarante e del coniuge.

La decisione di presentare 730 congiunto deve essere indicata dal coniuge dichiarante sul frontespizio del proprio 730 barrando le due caselle ‘Dichiarante’ e ‘Dichiarazione congiunta’, mentre l'altro coniuge deve barrare solo la casella ‘Dichiarazione congiunta’; bisogna quindi indicare il sostituto di imposta nel caso in cui il coniuge dichiarante presenti il 730 congiunto al suo datore di lavoro o ente pensionistico; e il Caf o commercialista se si presenta la dichiarazione dei redditi congiunta al professionista abilitato.

Da quest’anno il modello 730 2016 è disponibile anche in versione precompilata, per cui anche i coniugi potranno compilarlo direttamente online senza necessità di rivolgere a Caf o commercialisti. Il contribuente che presenta il 730 come coniuge dichiarante deve compilare la propria dichiarazione e indicare nell’apposita sezione del sito delle Entrate il codice fiscale del coniuge per cui presenta il modello congiunto.

Tra i vantaggi della dichiarazione congiunta la possibilità per il coniuge che non ha un sostituto di imposta di avvalersi del datore di lavoro o ente pensionistico dell'altro coniuge per scaricare spese mediche o altre spese detraibili o deducibili dalla dichiarazione dei redditi; e costi minori da sostenere per Caf o commercialisti considerando che si presenta una sola dichiarazione.   

Per quanto riguarda poi le detrazioni delle spese mediche per figli a carico, bisogna compilare il Quadro E rigo E1 e se le fatture mediche sono intestate direttamente ai figli entrambi i coniugi hanno diritto alla detrazione del 19%, mentre se la fattura medica è intestata ad un solo genitore, la detrazione spetta solo al genitore intestatario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il