BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41, assegno universale, novità richiami Comuni, Regioni, Enti Territorio

Le novità per le pensioni già approvate in alcune Regioni e nuovi solleciti da ulteriori per arrivare a concreti cambiamenti per tutti




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:07): Non sono stati da meno, comunque, anche le altre Regioni che hanno richiesto di agire sul collegato al documento finanziario e hanno dato parere favorevole ad esso stesso che si ninziiare a votare da martedì in Aula. Richieste positive per le novità per le pensioni sono arrivate per quota 100, quota 41 ma anche assegno universale e ricongiunzioni da aggiungere al collegato stesso come impregno come confermano le ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:49)  Uno dei più attivi in quetso frangente a richiedere novità per le pensioni è Rossi il Governotore della Toscana che in una lettera aperta ha invitato i vertici della maggioranza a prendere decisioni più vicine alla gente e più di sinistra con più coraggio. E come abbiamo detto nelle ultime notizie e ultimissime, Rossi è uno dei papabili alla Segreteria ed è un convinto sostenitore dell'esigenza di novità per le pensioni come quota 100 o quota 41
 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:27) ​ E una delle sollecitazioni per le novità per le pensioni che sembra essere sempre stata considerata da inserire nel collegato è quella dell'assegno universale che è stata indicata e sollecitata proprio in alcune audizioni da rappresentati locali che l'hanno già sperimentata con un importo intorno ai 500 euro in Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia come indicano le osservazioni ufficiali che verrano portate da settimana prossima in aula per la votazione.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:07)  Continua ad esserci una spinta molto forte dai rappresentati delle varie forze di Regioni e Comuni per rilanciare le novità per le pensioni sia con solleciti, sia con norme che sono entrate e sono già in vigore che riprendono anche in parte quelle per cui ci si confronta centralmente cm abbiamo riportato nelle ultime notizie e ultimissime sotto per le quali aggiungeremo ulteriori fatti, novità e analisi.

Il presidente della Toscana sollecita novità per le pensioni e ha chiesto all'esecutivo di procedere con il totale rimborso, calcolate sulle perequazioni mancate, a tutti i pensionati cui sono stati bloccati gli assegni dall'ex esecutivo Monti. Le ultime notizie confermano che si tratta di una mozione che nella sua Regione è stata approvata per i rimborsi rapidi a tutti coloro che percependo una pensione superiore tre volte il minimo negli ultimi anni non hanno goduto della rivalutazione spettante. Proprio in virtù dell’approvazione della mozione nella sua Regioni, Rossi ha chiesto all’esecutivo di dare il via al pieno rimborso per tutti, in ottemperanza alla sentenza dell'Alta Corte che ha decretato l'illegittimità del blocco e per ripristinare quell'equità sociale che tutti sembrano vogliano perseguire ma ancora decisamente in alto mare come risultato.

E’ importante la mossa di Rossi, candidato alla segreteria del partito, che va ad aggiungersi alle iniziative e alle novità per le pensioni già partite in altre Regioni e che rappresenta un ulteriore sollecito da parte di una singola realtà all’esecutivo perché faccia in fretta ad agire con novità per le pensioni per tutti. Ma Rossi non è nuovo a tali sollecitazioni: lui da sempre, infatti, si dice favorevole all’attuazione di novità per le pensioni e sostiene le misure dell’Istituto di Previdenza, a partire dal ricalcolo delle pensioni più alte, per arrivare al taglio dei vitalizi dei politici i modo da sostenere  novità per le pensioni come quota 100 o mini pensione.

Quella annunciata dal presidente della regione Toscana, come detto, è l’ultima mossa di un’ulteriore Regione che ha deciso di muoversi a favore di novità per le pensioni dopo quelle già approvate in altre Regioni come Piemonte, Sicilia, Calabria, Molise, Puglia e non solo. In Piemonte, per esempio, il presidente, già qualche tempo fa, ha approvato uno scivolo di accompagnamento alla pensione per gli over 50 cui mancano pochi anni al raggiungimento della pensione, favorendo l’erogazione di una mini pensione, sotto forma di prestito, che dovrà poi essere restituita in parte quando si sono maturati i normali requisiti.

In particolare, il piano prevede l’erogazione del prestito a favore del lavoratore fino alla maturazione dell’età pensionabile e, una volta raggiunti i normali requisiti, la restituzione di una piccola quota di quanto percepito anticipatamente per rimpinguare il fondo. Questo fondo viene messo a punto dalla Regione in collaborazione con alcune banche. Lo stesso Chiamparino si è anche tagliato lo stipendio nell’attesa che in Piemonte, come del resto in Italia in generale, venga approvato il taglio dei vitalizi d’oro.

In Lombardia, Molise, Puglia, in Friuli Venezia Giulia e nel comune di Trento, è stato, invece, approvato l’assegno universale, che rappresenta una sorta di sperimentazione per capire come funzionerebbe davvero e quali vantaggi porterebbe, nell’attesa che l’esecutivo ne dia il via libera per tutti, esattamente come già accaduto in quasi tutti gli altri Paesi europei; mentre in Sicilia, già tempo fa è stata approvata l’uscita con quota 100 per i dipendenti in esubero della Regione, e in Calabria, quasi come in Piemonte, è stato approvato un accompagnamento alla pensione per i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato della Regione per la loro uscita prima e la conseguente possibilità di impiegare i più giovani nei posti di lavoro lasciati liberi dai più anziani.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il