Mutui tassi variabili e fissi 2016, leasing per comprare casa, bonus: consigli per scegliere migliore metodo e offerte migliori

Nuove proposte per acquistare una casa con mutui a tasso fisso o variabile per lavoratori dipendenti e autonomi.

Mutui tassi variabili e fissi 2016, leas


Per individuare le migliori proposte di mutui a tasso fisso e variabile occorre partire da casi concreti. Le condizioni variano infatti in base a molti parametri. Nel caso dell'acquisto di una prima casa del valore di 200.000 euro e un importo del mutuo, a tasso fisso, pari a 150.000 euro, della durata di 20 anni, da parte di un trentenne lavoratore dipendente, tra le proposte da prendere in considerazione c'è quella di BancadinAmica, caratterizzata da spese perizia pari a zero, istruttoria dello 0,25% dell'importo, conto corrente a zero spese. Più precisamente, il tasso fisso è allo 2,55%, il Taeg al 2,64%. La proposta è pensata per persone fisiche residenti in Italia da almeno 3 anni, titolari di conto corrente BancadinAmica, con età massima 80 anni alla scadenza del contratto.

Con Hello Bank!, il tasso fisso è al 2,60%, ma la variabile tempo è decisiva. Ad esempio, per mutui con importo finanziabile inferiore o uguale al 50% del valore dell'immobile, per durata pari a 5 anni è all'1,60%; per durata pari a 10 anni è all'1,60%; per durate pari a 15 anni è all'2,00%; per durate pari a 20 anni è all'2,20%; per durate pari a 25 anni è all'2,35%; per durate pari a 30 anni è all'2,45%. Destinatari sono i lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato, i lavoratori autonomi e i liberi professionisti. Il richiedente alla fine del finanziamento non deve però supeare gli 80 anni, il garante 85 anni, derogabile a discrezione della banca.

Per chi preferisce la soluzione del variabile, Webank offre adesso zero costo di istruttoria e gestione, perizia e assicurazione casa gratuite. L'importo minimo finanziabile è pari a 50.000 euro, quello massimo a un milione di euro. Per quanto riguarda o il calcolo del tasso, per LTV (Loan to Value ovvero il rapporto tra la somma richiesta e il valore dell'immobile) fino al 50%: è pari all'1,45% per importo mutuo inferiore a 100.000 euro, all'1,35% per importo mutuo pari o superiore a 100.000 euro. Per LTV oltre il 50% e fino al 70%, all'1,60% per importo mutuo inferiore a 100.000 euro, all'1,50% per importo mutuo pari o superiore a 100.000 euro. Per LTV oltre il 70% e fino al 80%, all'1,75% per importo mutuo inferiore a 100.000 euro, all'1,65% per importo mutuo pari o superiore a 100.000 euro.

Con Banca Sella, l'importo massimo finanziabile è del 70% del valore cauzionale dell'immobile. Per il calcolo del tasso variabile, il parametro di riferimento è Euribor base365 3 mesi media mese precedente arrotondato per eccesso ai 5 centesimi più prossimi maggiorato di uno spread a seconda della durata del mutuo. Di conseguenza, per mutui con importo finanziato fino al 50% calcolato sul valore cauzionale dell'immobile oggetto del mutuo, ad esempio, fino a 10 anni Euribor 3 mesi + 1,15; fino a 15 anni Euribor 3 mesi + 1,20; fino a 20 anni Euribor 3 mesi + 1,25; fino a 25 anni Euribor 3 mesi + 1,35.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il