BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie staffetta, quota 100, agevolazioni, quota 41, ricongiunzioni e l'aumento della disoccupazione

Torna a salire la disoccupazione italiana coinvolgendo sempre più i giovani e dimostrando la necessità di novità pensioni: le priorità dell’esecutivo




Tornano ad essere negativi i dati sull'occupazione in Italia: secondo l’Istat, dopo la crescita di gennaio 2016 (+0,3%, pari a +73 mila), a febbraio la stima degli occupati è diminuita dello 0,4% (-97 mila persone occupate), coinvolgendo uomini e donne, soprattutto di età di compresa tra i 25 e i 49 anni, e il tasso di occupazione, pari al 56,4%, cala di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente. Secondo quanto precisato dall’Istat, il calo dell’occupazionale è determinato dalle minori assunzioni di dipendenti (-92 mila i permanenti e -22 mila quelli a termine), mentre gli indipendenti sono leggermente aumentati (+17 mila). Diversa, invece, la situazione per i dipendenti a tempo indeterminato: dall'inizio del 2015 quello di questi mesi è il primo calo che si registra.

In particolare, come attestato dalle ultime notizie, dopo la forte crescita registrata a gennaio 2016 (+0,7%, pari a +98 mila), il calo registrato nell'ultimo mese riporta la stima dei dipendenti permanenti ai livelli di dicembre 2015. Continua invece il trend negativo per i dipendenti. A risentire maggiormente di questa negativa situazione lavorativa sono, come già detto, i giovani, basti pensare che a febbraio 2016 il tasso di disoccupazione dei ragazzi nella fascia di età 15-24enni è stata pari al 39,1% e l'incidenza dei giovani disoccupati tra 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa età è pari al 10,1%, in termini pratici significa che un giovane su 10 è disoccupato.

E’ chiaro che si tratta di un segnale negativo che dovrebbe spingere ad accelerare l’approvazione di novità per le pensioni, considerando ciò che in questi mesi abbiamo spiegato, e vale a dire che piani di uscita prima con quota 100, mini pensione, quota 41, staffetta per l’uscita prima dei lavoratori già impiegati e più anziani devono essere approvati per consentire la creazione di nuovi posti di lavoro in cui impiegare i più giovani. E alla luce degli ultimi dati Istat, è chiaro come proprio questi metodi di prepensionamento debbano essere privilegiati rispetto ad altri provvedimenti, sempre sulle pensioni, al vaglio dell’esecutivo, da ipotetiche nuove agevolazioni e aumenti a cancellazione delle ricongiunzioni onerose.

Disoccupati 2016: assegno, indennità, agevolazioni. Debutta il nuovo assegno di disoccupazione nel 2016, vediamo quali sono le caratteristiche, a chi è rivolto e come funziona

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il