Pensioni ultime notizie su agevolazioni,

Pensioni ultime notizie su agevolazioni, quota 41, ricongiunzioni, mini pensioni, quota 100 della settimana

Tutti i prossimi appuntamenti, impegni ed incontri della settimana che arriva che potrebbero rivelarsi importanti per novitÓ per le pensioni: cosa aspettarsi



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:25): Il primo punto, dunque, della settimana sarà comprendere quali mosse vi saranno sulle novità per le pensioni, le tasse o altri temi caldi per il grande pubblico in prospettiva comunali. Ma vi sarà anche la ripresa del solito lavoro dei Comitati come confermano le ultime notizie e ultimissime dopo l'analisi del documento finanziario che li ha impegnati la scorsa settimana. Ora da questa analisi svolta, sono arrivate le indicazioni che saranno una delle basi del confronto in Aula che inizierà proprio da domani martedì per arrivare al voto entro fine mese quando si dovrà spedire il testo ufficiale (ma sui ci potranno fare ancora cambiamenti) a livello comunitario

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:47): Cosa accadrà questa settimana dopo gli ultimi 7 giorni scoppiettanti con tantissime ultime notizie e ultimissime sulle pensioni? Prima di tutto si cercherà di fare chiarezza sulle novità per le pensioni sia fuori che dentro gli ambienti istituzionali dove sono al via importanti confronti.

Si è appena conclusa una stata una settimana decisamente importante per le discussioni sulle novità per le pensioni, settimana durante la quale, come confermano le ultime notizie, si sono susseguite numerose conferme e smentite, con aperture e chiusure, volte innanzitutto a cercare di definire la migliore una mossa capace di permettere al premier di recuperare consensi e voti in vista delle prossime elezioni, lavoro che certamente continuerà anche nel corso di questa settimana che si sta aprendo, tra piano di taglio delle  tasse, novità per le pensioni, ed estensione delle agevolazioni fiscali anche per i pensionati. Nel corso della prossima settimana, ci cercherà, dunque, di mettere a punto la migliore strategia che possa rivelarsi vincente per le prossime comunali, ma le posizioni sono diverse, come le diverse esigenze.

La Presidenza e la Vicepresidenza puntano al bonus di 80 euro che diventerebbero 100 per pensionati e lavoratori statali che già lo percepiscono in busta paga ma che potrebbero godere di un suo aumento, mentre i partiti dell'alleanza sembrano piuttosto divisi sui provvedimenti su cui lavorare, con Ncd al momento contrario all’introduzione di novità per le pensioni pur considerandole importanti e necessarie ma orientato prima alla definizione di aiuti per chi si ritrova senza lavoro e senza pensione. Prioritarie, dunque, le misure per lavoratori e famiglie, cui dovrebbero certamente seguire le novità per le pensioni, partendo da quelle categorie di lavoratori, come coloro che hanno iniziato a lavorare prestissimo, che si sono ritrovate in grosse difficoltà dopo l’avvento della legge pensioni attuale.

Nei prossimi giorni, intanto, continuerà anche il lavoro del Comitato ristretto per le pensioni a Montecitorio che riprenderà certamente il discorso sulla questione delle ricongiunzioni e sulla definizione del Testo Unico, con eventuali novità come quota 41 o quota 100. Dal canto, suo invece, il Ministero dell’Occupazione, come emerso negli ultimissimi giorni, dovrebbe accelerare su un piano su cui starebbe lavorando in segreto, che dovrebbe essere pronto per maggio e relativo al Fondo Indigenza. Secondo le ultime notizie, però, questo piano dovrebbe contemplare esclusivamente quei cambiamenti negatici di revisione di baby pensioni, pensioni di guerra e invalidità, oltre che tagli alle detrazioni fiscali alle famiglie, e se pur pronto a maggio, proprio per evitare di creare ulteriori malcontenti, visti i tagli, prima delle comunali, potrebbe essere reso noto a giugno.

Non si dovrebbe in tal caso sottovalutare il fatto che se al momento non sarà reso noto per le comunali, comunque dopo l’estate si terrà il referendum costituzionale e un piano di cambiamenti negativi potrebbe comunque non essere bene accolto dai cittadini anche se nelle intenzioni dell’esecutivo tali cambiamenti negativi sarebbero necessari per poi condurre all’attuazione di cambiamenti positivi per le pensioni, giacchè permetterebbero di mettere da parte nuove risorse economiche, senza considerare che contribuirebbero a ristabilire equilibrio sociale.

Continuano, nel frattempo, le trattative europee sul progetto di nuovi eurobond , che non sembra sia particolarmente piaciuto ai tedeschi che hanno piuttosto annunciato un aumento del prezzo della benzina. La concessione della clausola migranti potrebbe essere difficile, così come per l’extra deficit, anche se entrambe potrebbero servire per evitare che scattino le clausole salvaguardia e un’eventuale manovra correttiva, che tuttavia sarebbe già al vaglio dell’Economia, nonostante le smentite di qualche giorno fa. Se, però, le concessione non venissero date, al posto degli eurobond proposti dall’Italia, la Germania potrebbe aumentare la benzina. L’Italia però considera questa proposta per niente fattibile e continuare a puntare sugli eurobond, su cui tra l’altro la stessa Europa sarebbe d’accordo.

L’attesa più importante della settimana, però, sarà per la votazione sul nuovo documento di programmazione economica che entro il 30 aprile deve essere al vaglio dell’Europa e sarà interessante vedere come l’esecutivo inserirà, se lo farà, le richieste presentate, anche se poi il lavoro sul documento proseguirà, proprio in attesa dell’eventuale concessione dell’extra deficit, che potrebbe portare a ulteriori cambiamenti che, in quel caso, quasi certamente contemplerebbero anche novità per le pensioni, riuscendo finalmente a soddisfare le richieste di quanti in questi due anni hanno chiesto modifiche, anche se bisognerà stare attenti, perché i soldi dell’extra deficit sarebbero temporanei per cui se proprio si vorrà pensare a novità per le pensioni, si dovrebbero mettere a punto piani, come i metodi sperimentali di cui si è già parlato, non definitivi.  



Commenta la notizia

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il

Ultime Notizie