BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie su uscita anticipata flessibile, quota 41, quota 100, mini pensioni novità dopo confronto Boeri-Nannicini

Incontro tra Boeri e Nannicini forse per definire ulteriori novità per le pensioni ma la strada di lavoro p ancora lunga e manca una soluzione comune




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:53): E vi è anchela conferma nelle parole odierne che non c'è ancora una soluzione nè per le novità per le pensioni di quota 41 nè per chi ha fatto o sta facendo occupazione faticose. Lo avevamo già detto sotto raccogliendo le ultime indiscrezioni ed è stato confermato da queste ultime notizie e ultimissime ufficiali. Dunque queste novità per le pensioni sembrano essere le più complesse e verosimilmente anche quello che abbiamo detto si sta facendo per questi temi, cosa si sta studiando è realisticamente vero

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:47): Si parla, comunque, di penalità che sono una via di mezzo tra quella di quota 100 e la precedente norma per il contributivo femminile che potevano arrivare al 30% almeno stando alle ultime notizie e ultimissime e dove le maggiori penalità sarebbero, come detto, per quota 100. E non è un caso che per le novità delle pensioni si chiede proprio in queste ore la massima attenzione alle penalità, di non farle troppo alte.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:45): Certo che fa pensare come non si trovino le coperture per le novità per le pensioni e sia stato appena anunciato dal Presidente del Consiglio un finanziamento per la ricerca da 1 miliardo e un altro miliardo per la cultura nelle ultime notizie e ultimissime. Non che siano pochi importanti, non che non diano lavoro, ma per quanto riguarda le novità per le pensioni ci sono temi personali e umani che si dovrebbe considerare e gli stessi se non più vantaggi economici oltre che di produttività e di consumi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:41): Ancora assente completamente quota 41 dove ci sono problemi così come dicevamo per chi ha iniziato presto a lavorare o con mansioni particolarmente faticose. E' stato, poi, sempre nella giornata odierna precisato che le penalità più alte sarebbero per quota 100, ma più alte di quella della norma già depoistata, molto probabilmente, perchè altrimenti non basterebbe le coperture.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:12): Da sottolineare, comunque, che in questa nuove indicazioni su che cosa si sta lavorando sulle novità per le pensioni, Nanninici non ha indicato ancora le tempistiche, lasciando questo punto imprecisato per il momento. Da quanto si capisce, poi, tutte le novità per le pensioni avrebbe penalità e sarebbero finanziate dagli Istituto di Credito. Tutte anche quota 100 e lo Stato darebbe solo una sorta di assicurazione in caso di morte.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:38): Ulteriori indicazioni arrivano ancora da Nannicini che spiega ulteriore cosa si sta studiando nelle ultime notizie e ultimissime odierne. L'idea base è quella di poter far scegliere al lavoratore cosa preferisce fare in base alle proprie esigenze personali. E, dunque, vi sarebbero una sorta d quota 100, di mini pensioni per chi è senza lavoro ( o assegno universale) e mini pensioni+staffetta. Vi daremo, poi, tutti i dettagli emersi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:52): Si starebbe pensando anche di rivedere per le novità per le pensioni tutta la tabella delle occupazioni che richiedono grande fatica e sicurezza non adatti sopra una cert età. In questo senso i tecnici sono impegnati a creare delle tabelle con età e contributi per ogni professioni e ancora prima a riconoscere tali tipo di occupazioni. Il problema è che non è semplice, in quanto si vogliono eliminare i privilegi di numerose categorie che sono riusciti a sopravivere anche rispetto l'attuale norma. E poi, anche in questo caso le penalità non sarebbero ben viste con un costo, dunque, superiore come per quota 41.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:22): Per quanto riguarda gli altri metodi a confronto in queste riunioni vi sarebbero quota 100 con penalizzazioni come tra le novità per le pensioni più condivise con alcuni aggiustamenti rispetto alla norma principale già depositata, ma principalmente quasi del tutto riprendendo quella. Mini pensioni sia da sole che con staffetta, invece, pur spinte da Dicasteri Finanza e Lavoro non sono così condivise da entrambi i gruppi di lavoro e sarebbero l'ultima scelta, più per i costi minori. Non piace l'idea degli Istituto di Credito soprattutto anche nell'ottica delle preferenze dei cittadini dopo i vari problemi percepiti dall'opinione pubblica tra banche e maggioranza come sottolinenano i più vicini al Presidente Consiglio.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:22): Vi sono dei primi resoconti per quanto riguarda questi incontri che si sarebbe tenuti tra i gruppi di Lavori di Nannicini e Boeri che sono gli unici è bene ricordarlo che hanno parlato più chiaramente sia di costi che di progetti per le novità per le pensioni a differenza dei vari Ministeri. Sembra che, tra le ultime notizie e ultimissime di resoconti, nell'analisi si sia spaziato su tutto dalle mini pensioni a quota 100 e quota 41. Quota 41 sarebbe quella con più difficoltà, perchè non si potrebbe presentare con le stesse penalità di quota 100, ma da entrambi gli economisti viene visto come un diritto sacrosanto. Stesso discorso per i lavori pesanti e chi ha inizato giovanissimo. Il problema su questi sembrano principalmente le coperture perchè si vorrebbe fare il tutto senza penalità, quasi riconoscendo un errore dell'attuale norma. Non solo. Si vorrebbe riscrivere una sorta di schema per queste due categori come vedremo.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:07):  Arrivano delle indiscrezioni, in parte confermate da diverse ultime notizie e ultimissime, che vi sarebbero state delle riunioni tra Nanninici e Boeri e i loro rispettivi gruppi di lavoro per le novità sulle pensioni. Abbiamo fatto un primo resoconto nell'articolo, a cui ne seguiremo ulteriori dettagli, indicazioni e novità su cosa è stato detto per le pensioni

Prima il piano pensioni dell’Istituto di Previdenza, poi una serie di discussioni sulle diverse proposte per attuare novità per le pensioni come quota 100, quota 41, mini pensione, poi le aperture del Dicastero del Lavoro, quindi le stime da parte del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Nannicini su quanto potrebbero costare gli interventi di revisione dell’attuale legge pensioni. Dopo che le ultime notizie si cono concentrate essenzialmente sulle prime reali aperture a novità per le pensioni da parte del Ministero dell’Economia, soprattutto perché sosterrebbero occupazione e, di conseguenza, ripresa economica, il presidente dell’Istituto Boeri ha confermato la necessità di novità per le pensioni, proprio collegate al lavoro, spiegando che, secondo le previsioni, se le norme pensionistiche attuali non dovessero essere riviste, i giovani classe 1980 andranno in pensione a 75 anni.

Chiara l’impossibilità di raggiungere una tale soglia anagrafica, chiari i timori scatenati dopo queste parole che sono suonate come un deciso allarme. E insieme al piano pensioni già proposto da Boeri, d’accordo con l’esecutivo e appoggiato dallo stesso premier, Nannicini in questi ultimi giorni ha ipotizzato soluzioni di cambiamento per le pensioni e, insieme all’uscita a 63 anni cui si era detto favorevole già tempo fa, nonostante le ingenti risorse economiche che tale sistema implicherebbe ma che potrebbero in parte derivare alle elevate penalizzazioni imposte, ha parlato di possibilità di uscita prima con quota 41, che sappiamo essere la soluzione ideale soprattutto per chi è entrato nel mondo del lavoro giovanissimo, estensione del sistema contributivo per le donne anche agli uomini, e piano di uscita a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalità che arriverebbero ad un massimo dell’8%, come proposto dal presidente del comitato ristretto per le pensioni a Montecitorio.

E mercoledì, a sorpresa, si è tenuto un incontro tra Nanninici e Boeri per parlare dei vari progetti proposti per cambiare le pensioni. Tra loro che, come detto sono colleghi e amici, sembra ci sia convergenza su alcune novità per le pensioni che potrebbero essere fattibili, come quota 41, anche modificandola in 42 o 43, uscita a 63 anni e sette mesi con 20 di contributi ed elevate penalizzazioni, ma anche su mini pensione o mini pensione con staffetta che, però, entrambe non vedono con molto favore ma che accetterebbero se fosse l’unica soluzione possibile. Probabilmente durante il loto incontro, Nanninicini e Boeri hanno anche parlato anche delle ipotesi per reperire quei famosi 7-12 miliardi di euro che, secondo Nannicini, servirebbero per rivedere i requisiti di accesso dell’attuale legge pensioni, e quindi, forse, anche di quella serie di cambiamenti negativi, come revisione di baby pensioni, pensioni di invalidità e guerra, nonché dell’applicazione del ricalcolo contributivo sulle pensioni più elevate.

Da questi interventi negativi potrebbero infatti derivare quelle risorse economiche che servirebbero poi per realizzare cambiamenti solo positivi per le pensioni e per tutti. Il problema è che, nonostante l’Istituto di Previdenza possa spingere sulla necessità di intraprendere questa strada, difficilmente, come abbiamo già spiegato, l’esecutivo darà il via libera a questo tipo di cambiamenti prima delle elezioni comunali. I cittadini guarderebbero a piani di tagli e revisioni non certo in maniera favorevole e questo potrebbe contribuire a far perdere ancor più consensi. L’esecutivo, al contrario, dovrebbe agire per recuperarli.

Ed è proprio in virtù di questo obiettivo che negli ultimissimi giorni il premier ha continuano ad annunciare una serie di novità positive che dovrebbero riconquistare elettori e voti, dall’anticipo del piano di taglio delle tasse, poi sostituito dalla possibile estensione delle agevolazioni fiscali ai pensionati,all’erogazione del bonus di 500 euro ai giovani. Tutte parole al momento per cui si attende la realizzazione, sperando che le cose non vadano come sono sempre andate finora: cioè promesse e annunci rimaste solo ipotesi e mai trasformate in realtà. E’ arrivato ormai il momento di fare qualcosa di concreto e, sistemate le questioni annunciate, in un modo o nell’altro, il prossimo passo dovranno essere le novità per le pensioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il