BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Tfa 2016 terzo ciclo nuovo: quando e come bando, per chi e come potrebbe funzionare. Novità settimana

Sono circa 16.000 i posti relativi al terzo ciclo del Tfa ordinario 2016, ma è ancora nota la tempistica che sarà seguita.




Non c'è dubbio che le principali novità della settimane sono ruotate attorno ai numeri che dovrebbero caratterizzare il Tfa 2016 terzo ciclo: circa 16.000 posti, di cui 11.328 per posto comune e 5.128 su sostegno. Più precisamente, per quanto riguarda il posto comune, sono 3.270 per la scuola secondaria di primo grado, 8.058 per quella secondaria di secondo grado. In merito ai posti sul sostegno, 392 all'infanzia, 1.749 alla primaria, 1.932 alla scuola secondaria di primo grado, 1.035 per quella secondaria di secondo grado. Un'altra delle questioni su cui si attendono risposte è quella relativa alle classi di concorso interessate dal Tirocinio formativo attivo.

Per ora c'è solo l'indicazione di prevedere quelle esaurite. Tra le novità per il prossimo anno scolastico non c'è solo la classe di abilitazione A-23 per l'insegnamento di Lingua italiana per studenti di lingua straniera, ma anche quelle A-53 Storia della musica; A-55 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione, oltre a due nuove classi di concorso su materie tecnico-pratiche.

Si resta invece in attesa di conoscere le date di pubblicazione del bando del Tfa 2016 e conseguenze attivazione. Tra le novità del mondo della scuola nel corso della settimana, poi, si segnala che da quest'anno, per la prima volta, con il diploma di maturità arriva anche il passaporto europeo delle competenze. Lo prevede l'ordinanza relativa agli esami di Stato conclusivi del secondo ciclo di istruzione firmata dal ministro dell'Istruzione, Stefania Giannini. L'ordinanza è l'atto formale che mette in moto la macchina della Maturità 2016, con indicazioni operative per i consigli di classe, le commissioni e i candidati, inclusi quelli dei Centri dell'Istruzione per adulti e quelli che hanno studiato in luoghi di degenza.

Entro il prossimo 15 maggio i consigli di classe dovranno predisporre il documento da consegnare alle commissioni con tutte le indicazioni relative al percorso formativo seguito dai loro studenti, con quegli elementi che potranno essere valorizzati, in particolare, nella terza prova o in sede di colloquio. La prima riunione plenaria delle commissioni è fissata per lunedì 20 giugno alle ore 8.30.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il