BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016 autocertificazione: quando, come fare seconda casa,eredi, affitto,cointestatari,anziani. Soluzioni, aiuto problemi

Sono tante le novità che negli ultimi sette giorni hanno coinvolto il mondo Rai e non sono legate solo al nuovo canone.




A cosa serve il canone Rai 2016? A pagare anche i cambiamenti che sono stati annunciati dall'amministratore delegato in sede di presentazione del piano industriale. In buona sostanza, rispetto all'attuale assetto, il numero dei canali sul digitale terrestre va verso una piccola riduzione, con la scomparsa ad esempio di uno dei due RaiSport, così come saranno tagliate alcune edizioni dei telegiornali, ma senza ripercussioni sui giornalisti. L'obiettivo è di valorizzare RaiNews24 e di mettere al centro dei lavori il web, come strumento fondamentale per informare con tempestività. A tal proposito si segnalano l'intenzione di sviluppare due nuove app dedicate e di portare la tecnologia ultra HD entro il 2020.

In merito al canone Rai 2016 in bolletta la principale novità della settimana è senza dubbio l'emanazione del nuovo provvedimento con cui l'Agenzia delle entrate ha posticipato il termine massimo per la consegna online e cartacea a mezzo postale della dichiarazione per l'esenzione. La nuova scadenza da segnare sul calendario è il 16 maggio 2016. Di conseguenza, nel caso di presentazione entro tale data, questa avrà effetto per l'intero anno 2016, mentre se verrà inviata dal 17 maggio al 30 giugno 2016 il periodo escluso dal pagamento del canone Rai sarà quello compreso dal mese di luglio a quello di dicembre 2016.

Il tutto mentre a ridosso di questi adempimenti per l'esenzione dal canone Rai e per il suo pagamento in bolletta, a partire da luglio, occorre dare un risposta allo stop del Consiglio di Stato al regolamento messo a punto dal ministero dello Sviluppo Economico. Sono diverse le criticità evidenziate dai giudici in un parere interlocutorio, in attesa di quello definitivo che arriverà dopo gli approfondimenti necessari. Il provvedimento, che precisa le modalità con cui dovrà essere versata e riscossa la tassa, andrà rivisto e integrato. Anche se le osservazioni non sono vincolanti, il Ministero dovrebbe adeguarsi. A farlo capire è il sottosegretario alle Comunicazioni, Antonello Giacomelli.

In ogni caso, la Rai procede a un piccolo rimpasto. Sono due i nuovi vice del direttore editoriale per l'informazione della Rai, Carlo Verdelli. Oltre a Francesco Merlo, 65 anni, editorialista di Repubblica dall'ottobre del 2003 ed ex inviato del Corriere della Sera, c'è anche Pino Corrias. Scrittore, dirigente di Rai Fiction e collaboratore di Vanity Fair. Nel 2013 ha dichiarato di votare per il Pd. Ma le novità non finiscono qui. A loro si aggiungerebbe, per lo sviluppo dell'area digital, Diego Antonelli, 45 anni, capo della redazione Immagini dell'Ansa, per 15 anni responsabile del sito Internet della Gazzetta dello Sport.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il