Tfa terzo ciclo nuovo 2016: come sarà il

Tfa terzo ciclo nuovo 2016: come sarà il bando del Miur che potrebbe essere deciso a Maggio. Per chi, quando e come funziona

Il prossimo mese di maggio potrebbe essere quello decisivo per la comunicazioni dei dettagli relativi al Tfa 2016.



Con molta lentezza si procede allo svelamento delle novità e dei dettagli relativi al Tfa 2016 terzo ciclo. Certo, per ora si sta andando avanti a suon di indiscrezione e di attese di conferme da parte del Ministero dell'Istruzione, rispetto a cui il prossimo mese di maggio potrebbe essere quello decisivo, ma la comunicazione dei posti relativi al nuovo Tirocinio formativo attivo ordinario è già un grande passo in avanti. E allora, i posti sono circa 16.000, di cui 11.328 per posto comune e 5.128 su sostegno. Più precisamente, per quanto riguarda il posto comune, sono 3.270 per la scuola secondaria di primo grado, 8.058 per quella secondaria di secondo grado. In merito ai posti sul sostegno, 392 all'infanzia, 1.749 alla primaria, 1.932 alla scuola secondaria di primo grado, 1.035 per quella secondaria di secondo grado.

Se venisse ricalcato il percorso del secondo ciclo, potrebbero essere ammessi al Tfa 2016 terzo ciclo coloro in possesso di una laurea del vecchio ordinamento e degli eventuali esami richiesti per poter avere accesso all'insegnamento, di una laurea del nuovo ordinamento specialistica o magistrale e degli eventuali crediti formativi per poter avere accesso all'insegnamento, del diploma Isef, già valido per l'accesso all'insegnamento di educazione fisica, per i Tfa di Scienze Motorie.

Altra questione su cui sarà necessario fare luce è quella delle classi di concorso, considerando che per ora si parla solo di prevedere quelle esaurite. Tra le novità per il prossimo anno scolastico, oltre alla classe di abilitazione A-23 per l'insegnamento di Lingua italiana per studenti di lingua straniera, ci sono anche quelle A-53 Storia della musica; A-55 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione, oltre a due nuove classi di concorso su materie tecnico-pratiche.

Il tutto mentre nei giorni scorsi il Miur ha fatto luce sulle modalità di erogazione del bonus e alla composizione dei Comitati di valutazione per il cosiddetto bonus insegnanti. È stato specificato, ad esempio, che non potrà essere assegnato a tutti nell'ottica di una vera valorizzazione del merito. Le risorse stanziate sono pari a 200 milioni all'anno che, a detta del ministro dell'Istruzione, "rappresentano un investimento sulla qualità, uno strumento per dare un riconoscimento in più".



Commenta la notizia

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il

Ultime Notizie