Pensioni ultime notizie su quota 100, ag

Pensioni ultime notizie su quota 100, agevolazioni, quota 41, mini pensioni norme costituzionali per farle approvare

Cambiare la Costituzione per rendere più fattibili le novità per le pensioni: nuove proposte e discussioni per chiudere una volta per tutte la partita pensioni



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:52): Da ricordare in questo contesto dove parliamo di Costituzione, l'importanza dell'Alta Corte che si è già espressa facendo riferimento anche all'articolo 18, con la possibilità di cambiare le pensioni già in essere per garantire l'equità e, dunque, le novità per le pensioni. Da ricordare che prima diverse ultime notizie e ultimissime indicavano come impossibile procedere in questo senso perchì la Corte Costituzionale avrebbe bocciato una simile norma. Invece, al momento, stando alla sentenza non è affatto così.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13,22): Il primo aspetto sarebbe quello di poter riequilibrare la situazione con il ricalcolo delle pensioni per trovare le coperture adeguate senza ricorrere ad altri fonti e da usare per forza per quota 100, mini pensioni, quota 41 per favorire le novtà per le pensioni e le correlata, per quanto possibile, occupazione. E anche il discorso della revisione delle agevolazioni-detrazioni servirebbe a questo e non per, come si dice nelle ultime notizie e ultimissimeme, tappare i buchi del bilancio.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:49):  Una strada, più lunga, ma che lo stesso Presidente della Commissione Costituzionale non tralascia insieme ad alcuni suoi colleghi e il potenziamento dell'articolo 38 per portare le novità per le pensioni ancora di più a livello Cosituzionale. La sua idea, secondo le ultime notizie e ultimissime, sarebbe quella di inserire una frase come: "il sistema deve garantire l’equità intergenerazionale, la non discriminazione tra vecchi e giovani" che aprirebbe nuovi scenari interessanti almeno sotto due profili diversi

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:33):  Oltre alla norma Costituzionale che è stata già depositata si sta pensando basandosi sull'articolo 38 di rilanciare le nvoità per le pensioni in modo particolare per quota 100, quota 41, mini pensioni come rifersicono alcune indicrezioni delle ultime notizie e ultimissime.L'articolo 38, infatti, afferma:
"I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria. Gli inabili ed i minorati hanno diritto all'educazione e all'avviamento professionale.
Ai compiti previsti in questo articolo provvedono organi ed istituti predisposti o integrati dallo Stato.
L'assistenza privata è libera".

Questo non indica che occorre dare delle pensioni adeguate e aiutare chi non lo ha o è inferiore (si veda la soluzione dell'assegno universale), ma si può collegare anche alle esigenze di creare occupazione e quindi avere un sistema meno rigido per le pensioni. Non solo, a livello di Costituzione vi sono anche dei riferimenti importanti sia della Consulta che di una stessa revisione dell'articolo 38.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:14):  Cambiare la Costituzione non è certo semplice, ed è come si sa lunghissimo. Però, si può fare leva sulla Costituzione per le novità per le pensioni come ha fatto Mazziotti, non una persona qualsiasi, ma il responsabile proprio della Comissione Affari Costituzionali che ha siglato insieme ad altri venti deputati una nuove norma già depositata per le pensioni più alti dei politici poprio rifacendo alla Cositutuzione e da questa norma, insieme alla Costituzione stessa, ha spiegato, insieme a differenti esperti, come si può agire per le novità per le pensioni come quota 100 o quota 41 rendendo più concrete le ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:27): E' la stessa Costituzione a definire se non incostituzionali in senso stretto e legislativo le attuali norme, come, comunque, contrarie a quanto scritto nella nostra principale carta dei diritti e doveri. Ed è la stessa che permette e sollecita le novità per le pensioni. E vi sono anche dei tentativi concreti come riportano le ultiem notizie e ultimissime sia di utilizzare le sua basi già scritti per rilanciare le novità per le pensioni, sia addirittura di cambiare alcuni passgagi per rafforzali. E non sono stati richiesti o indicati da persone qualunque.

Cambiare la Costituzione per poter avviare la concretezza di novità per le pensioni: questo nuovo intento di lavoro sembra trapelare dalle ultime notizie che si rifanno a posizioni di alcuni esponenti politici ormai stanchi dello stallo dei lavori in materia pensionistica, ma non solo. La revisione della Costituzione sarebbe secondo alcuni, tra cui il presidente della Commissione Affari Costituzionali a Montecitorio Mazziotti, sarebbe un ottimo punto di partenza per ristabilire diritti e doveri dei cittadini. Facendo, per esempio, riferimento all’articolo 38, si legge che ‘I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria. Gli inabili ed i minorati hanno diritto all'educazione e all'avviamento professionale. Ai compiti previsti in questo articolo provvedono organi ed istituti predisposti o integrati dallo Stato’.

Ed è facile comprendere come quanto riportato non sia assolutamente ciò che accade nella realtà e le ultime notizie sui trattamenti previdenziali percepiti dai pensionati ne sono una conferma: pensioni troppo basse, come quelle che vengono erogate alla maggior parte dei pensionati italiani, o erogate in tarda età, e l’età pensionabile di oggi e destinata ad allungarsi ancor di più certamente è troppo tarda, non sono considerate costituzionali, motivo per il quale diverse volte è stato ribadito che l’attuale legge sarebbe anticostituzionale. Sempre nell'art. 38 si legge che ‘Il sistema deve garantire l’equità intergenerazionale, la non discriminazione tra vecchi e giovani’ ed anche questo assunto non viene rispettato.

Le attuali norme pensionistiche hanno infatti aumentato l’età di uscita dal lavoro e tra due anni dovrebbe aumentare ancora, costringendo i lavoratori più anziani a rimanere ancora a lavoro e bloccando l’ingresso nel mondo del lavoro ai più giovani. Questa parte dell’art.38 potrebbe prevede nuove speranze per piani di quota 100, quota 41, mini pensioni per favorire l’uscita prima dei lavoratori più anziani, lasciando liberi posti di lavoro in cui impiegare i più giovani, dando così vita al meccanismo di ricambio generazionale.

Il presidente della Commissione Affari Costituzionali Mazziotti mira addirittura alla revisione della Costituzione anche per andare oltre l’appiglio diritti acquisiti, cui la casta dei politici fa sempre riferimento quando si tratta di abolizione dei vitalizi d’oro, da loro tanto protetti, dai cittadini tanto odiati e che, come proposto da tanti, andrebbero cancellati non solo per recuperare ulteriori soldi ma soprattutto per ristabilire equità sociale.

Mazziotti punta, in particolare, a rivedere l’art. 69 della Costituzione ritenendo che i vitalizi e i trattamenti pensionistici dei parlamentari debbano essere modulati sui ‘principi di contribuzione, ragionevolezza e proporzionalità alla durata della permanenza in carica’. Nessun assegno dunque sproporzionato solo perché si è occupato un posto in Parlamento. E in proprio in Commissione Affari Costituzionali sono iniziate le audizioni in materia. Dunque, modificare la Costituzione non servirebbe solo per cancellare i vitalizi d’oro ai politici, ma anche per ristabilire equilibrio sociale, obiettivo che si potrebbe perseguire anche attraverso il ricalcolo degli assegni più elevati, secondo quanto proposto dal presidente dell’Istituto di Previdenza, e favorire piani come quota 100, quota 41, mini pensioni e permettere l’uscita prima,



Commenta la notizia

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il

Ultime Notizie