Pensioni ultime notizie importanti attes

Pensioni ultime notizie importanti attese questo mese oltre piano Governo Renzi tra dieci giorni quota 100, quota 41,mini pensioni

Un piano segreto pronto ad essere reso pubblico con novitÓ per le pensioni: il prossimo passo del governo Renzi



Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:01): Vi sarà anche sempre nel pomeriggio odierno un incontro con la stampa di alcuni titolari del Gruppo per le novità per le pensioni che spiegheranno la raccolta di firme lanciata per quota 100 e quota 41 come confermato nelle ultime notizie e ultimissime.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 15:10): E oltre alle tante indicazioni per le novità per le pensioni di questo mese sicuramente importanti e degne di note, si attendono già quelle odierne dal Gruppo per le pensioni, una serie di domande e risposte in Aula con potenziale tema anche le stesse pensioni e lo streaming in filo diretto tra cittadini e Presidente Consiglio sui social che avverrà come sempre alle sei. Di tutto quello che si dirà vi daremo ovviamente ampia copertura nelle nostre ultime e ultimissime notizie.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:41) Oltre al progetto del Governo Renzi per le novità per le pensioni atteso tra circa 10 giorni, vi sono numerose novità che in questo mese vi saranno e che già vi sono in questi giorni. Ne abbiamo già parlato ieri in un precedente articolo e ve lo riportiamo in parte qui basate sulle ultime notizie e ultimissime:

- Pensioni novità da Comitato Ristretto per quota 100 che vorrebbe presentare finalmente una norma trasversale ufficiale proprio entro il mese. 
- Pensioni novità da Comitato Ristretto 2, ovvero il secondo creato per le ricongiunzioni per renderle semplici e non a pagamento
- Pensioni novità da Fondo Indigenza che ha tra i temi dievse variazioni di tipologie di pensioni, agevolazioni fino ad arrivare persino all'assegno universale.
- Pensioni novità progetto Presidenza del Consiglio che a metà mese o da solo o insieme al Fondo indigenza dovrebbe essere ripresentato con maggiori dettagli. ( è un notizie ufficiale, ma potrebbero essere svlati dettagli solo per il secondo)
- Pensioni novità con trattative a livello Comunitario per clausola immigrazione e margini di bilancio più larghi. Ulteriore incontro giovedì questo a Roma, importante.
- Pensioni novità relative alle agevolazioni e detrazioni rivedibili nell'attuale iter della delega fiscale
- Pensioni novità collegate alla possibile revisione dei contratti che potrebbe inziare a breve, seppur non certa.
- Pensioni novità collegate ad incontri per avere margini di bilancio in manovra
- Pensioni novità maggiori dettagli Piano Indigenza di cui è stato indicato una possibile comunicazione.
- Pensioni novità ulteriori indicazioni Progetto Pensioni di cui è stata indicta probabile presentazione e spiegazione maggiore

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:28): I punti importanti, i dettagli del nuovo progetto del Governo Renzi per le novità per le pensioni sono numerosi ancora da chiarire. Rispetto a quanto detto prima sotto, molto importante sarà capire il quando con le indicazioni che abbiamo appena riportato. Ma anche il come, è importante. In pratica quello che sappiamo lo abbiamo riassunto nel primo paragrafo, ma rimane da capire ancora:

- Pensioni novità per quota 41 se ci saranno e come saranno perchè al momento in bilico
- Pensioni novità per lavori faticosi con creazione nuove tabelle
- Pensioni novità se appoggiate da sistema creditizio come, in che misura e in quale modo.
- Pensioni novità termini delle penalità. Un punto importante, perchè si dice che potrebbero essere alte, anche molto soprattutto per il metodo simile a quota 100 e non è un caso che venga rilanciato proprio ora la norma depositata della prima ora di quota 100 che ha penalità ridotte.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:22): Tra due settimane, secondo quanto detto da Nannicini, vi dovrebbe essere un nuovo punto della situazione con maggiori dettagli sulle novità per le pensioni dove si dovrebbe indicare anche i passaggi successivi che potrebbero variare e di molto rispetto a quanto verrà detto. Se ad esempio si parlerà di delega, si dovrà prima approvarla e poi inizierà un iter di confronto di una durata tra 1-2 anni circa. Se invece si dirà che si vuole inserire nella prossima manovra a quel punto dovranno iniziare le consultazioni con le varie forze sociali s eil progetto fosse a buon punto o, comunque, dare una scadenza. Se la scadenza fosse quella data secondo indiscrezioni ai tecnici che vi lavorano per settembre, significa o che le consultazioni si pensa di farle serrate oppure che si inserirà una delega ma solo in manovra e non subito, per poi procedere con un iter di 1-2 anni che inzierà, però, dalla manovra passata.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:07): Nel progetto che il Governo renzi si accinge a svelare o come è stato detto ufficialmente spiegherà nuovi dettagli e lo stato dello sviluppo non mancano i punti da precisare o addirittura da chiarire del tutto e sono questi o almeno parte di questi che si spera saranno chiariti. Al momento per le novità per le pensioni si sa che vi sarebbe una sorta di quota 100, mini pensioni con staffetta o senza staffetta. Tutte basate su una copertura affidata al sistema creditizio e tutte con una penalità che dovrebbe essere, stando alle ultime notizie e ultimissime che sono, però, indiscrezioni, superiori a quelle, ad esempio del Comitato Ristretto, e che le più alte le avranno quota 100. Ma quali novità per le pensioni ci si attende tra due settimane e cosa succederà dopo?

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:42): Se tutto andrà come deve, tra due settimane dovremmo avere ulteriori importanti novità per le pensioni come hanno confermato le ultime notizie e ultimissime. Certo, ci sono diversi dubbi sia in favore che contro queste possibili nuove indicazioni.

In vista delle prossime elezioni comunali, con una serie di scandali che stanno travolgendo il Pd e non contribuiscono certamente a rinsaldare la maggioranza e dopo le ultime notizie su andamento dell’economia e dell’occupazione in Italia, decisamente calata nei primi mesi di quest’anno soprattutto in riferimento a quella giovanile, è chiaro che il governo Renzi debba intraprendere una strada di risalita per riuscire a recuperare voti ma, soprattutto, una rinnovata fiducia da parte degli italiani. Il nuovo piano del governo Renzi di intervento sulle pensioni dovrebbe essere reso noto tra due settimane e l’attesa cresce soprattutto per capire se le richieste di forze politiche e sociali saranno finalmente soddisfatte. E se sì, da dove saranno recuperate quelle risorse economiche necessarie ma che finora si è detto di non avere.

Se inizialmente si pensava che tra qualche tempo si sarebbe chiusa la partita sul Fondo Indigenza, ora pare proprio che gli interessi virino effettivamente su novità per le pensioni sempre più urgenti e nei piani, ancora segreti, del governo ci sarebbe l'intenzione di uscite anticipate con penalizzazioni graduali in base al reddito che percepisce di decide di andare in pensione fino a tre anni prima rispetto all'attuale soglia dei 66 anni e sette mesi. A finanziare questa uscita prima sarebbero fondi pubblici statali, nel caso di tratti di disoccupati, mentre in tutti gli altri i casi subentrerebbero gli istituti di credito. In quest'ultimo caso, come era stato anticipato qualche settimana fa, toccherebbe agli istituti di credito erogare la mini pensione al lavoratore che decide di lasciare il lavoro prima e che poi verrebbe restituito dal lavoratore stesso attraverso decurtazioni mensili (che potrebbero ricalcare quelle previste dal piano di quota 100) sulla regolare pensione che verrebbe chiaramente erogata dall'Istituto di Previdenza.

In questo piano potrebbe rientrare anche il caso di uscita prima richiesta dalle imprese per il turn over e in questo caso a finanziare la mini pensione sarebbero gli stessi datori di lavoro. Queste novità per le pensioni cui stanno lavorando i tecnici dell'esecutivo insieme al sottosegretario alla presidenza del Consiglio dovrebbero essere attuate per permettere ai singoli lavoratori di rendere meno rigidi i requisiti pensionistici attualmente in vigore, insieme al sostenere il ricambio generazionale, necessario per dare nuova spinta a produttività ed economia. Ed entro maggio tutte le novità allo studio dovrebbero essere rese note in maniera strutturale con un documento specifico, che dovrebbe contenere anche le stime dei costi di tali novità che dovrebbero aggirarsi intorno al miliardo di euro, molto meno, dunque, degli stimati 5 o 7 miliardi di cui si era parlato qualche tempo fa.

La domanda che ci si pone è se davvero questo piano sarà presentato ufficialmente e diventerà realtà o se resterà un mero annuncio, che potrebbe essere visto come ennesima mossa elettorale, visto che il tempo di presentazione sarebbe maggio e i primi di giugno si terranno le prossime elezioni comunali che, secondo i sondaggi, non preannunciano nulla di buono per il partito del premier. Secondo il sottosegretario la mini pensione sarebbe, dunque, l’unica ipotesi di novità per le pensioni proprio perché sostenibile, sia perché del tutto a carico del lavoratore, sia perché implica il coinvolgimento di istituti idi credito e Istituto di Previdenza che porterebbe praticamente a zero l’impatto della misura sui conti pubblici.

Ci si chiede, tuttavia, come mai fino ad oggi sia stato tanto discusso il tema della mancanza di dolsi quando si sapeva che per l’attuazione della mini pensione sarebbe bastato un solo miliardo di euro, certo non pochi, ma nemmeno quei 10 miliardi di cui tanto si stava discutendo nelle scorse settimane, e comunque facilmente reperibile da finanziamenti detti e penalità a carico del lavoratore. Una vera e propria sorpresa per chi ormai non sperava in alcuna novità per le pensioni prima dell’estate. Anche se restano, ovviamente, i dubbi su una sua reale messa in atto e soprattutto in merito ai tempi di eventuale entrata in vigore della nuova misura.

Non dimentichiamo che, insieme all’improvvisa disponibilità di soldi da impiegare in novità per le pensioni, altro dubbio che resta da chiarire è come mai qualche giorno fa si era parlato di un piano, sempre previsto per maggio, ma che avrebbe dovuto contenere solo cambiamenti negativi per le pensioni e ora si parla di questo nuovo piano con novità decisamente positive? Solo qualche giorno fa, infatti, le ultime notizie provenienti dal Ministero dell’Occupazione parlavano di un piano di novità per le pensioni negative, a partire dai tagli alle agevolazioni fiscali a revisione di alcune tipologie di pensioni, piano che, come si diceva, pur ponendo cambiamenti negativi necessari per successive novità per le pensioni positive, non sarebbe capito, soprattutto alle soglie delle comunali, dagli italiani. Ora tutto sembra cambiato, completamente capovolto, ed è chiaro che questo cambiamento susciti perplessità ma anche curiosità per capire come andranno davvero le cose.



Commenta la notizia

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il

Ultime Notizie